Sabato 21 Settembre20:00:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il 16 settembre suona la campanella per oltre 3000 alunni di Santarcangelo

Oltre 135.000 euro andranno a sostenere i nuclei familiari con bambini che frequentano il nido

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:52 - 10 Settembre 2019 La scuola Pascucci di Santarcangelo La scuola Pascucci di Santarcangelo.

 
Lunedì 16 settembre cominciano le lezioni per 3.051 alunni che frequenteranno le scuole di Santarcangelo. Partendo dai più piccoli, sono 116 i bambini che usufruiranno del nido d’infanzia o dello spazio bimbi “Piccola Rosa”, il servizio rivolto alle famiglie che, pur non necessitando di un servizio a tempo pieno, vogliono offrire a bambini e bambine occasioni di gioco e socializzazione. Sono invece 514 gli alunni delle scuole materne, mentre gli studenti della scuola primaria superano quota mille. 814 studenti, infine, frequenteranno la scuola media Franchini o la succursale ex Saffi, mentre i banchi dell’Itse Rino Molari ospiteranno 600 ragazzi e ragazze.
 
Numerosi anche i servizi forniti dall’Amministrazione comunale, tra novità e conferme. Oltre al nido e allo spazio bambini, dall’anno scolastico 2019-2020 al Rosaspina è attivo il servizio di prolungamento dell’orario per i bambini che hanno entrambi i genitori impegnati in attività lavorative. Al momento sono 12 i bimbi che, alla presenza di educatori, usufruiranno del servizio integrativo con il nido prolungato fino alle 18.

Riconfermati anche gli altri servizi di inclusione scolastica e di sostegno alle famiglie: 90 gli alunni con disabilità che saranno seguiti da educatori professionali dedicati e 128 quelli che usufruiranno del pre e post scuola, per un totale di 1.061 ore di servizio nel corso dell’intero anno scolastico.

A fronte di 117 alunni che andranno a scuola con il servizio bus predisposto dall’Amministrazione comunale, altri arriveranno in aula con il Pedibus – un modo ecologico, salutare e divertente di andare a scuola a piedi accompagnati da adulti volontari – grazie a quattro linee che partiranno da piazzetta Galassi, via Pascoli, parco Spina/zona Pieve e stazione. I più grandi, invece, potranno utilizzare gli autobus di Start Romagna con l’abbonamento scolastico under 26, rispetto al quale anche quest’anno l’Amministrazione comunale ha stanziato due agevolazioni: lo sconto del 15% sulle tariffe per i nuclei con Isee inferiore ai 15.000 euro e l’abbonamento gratuito dal terzo figlio in poi, indipendentemente dal reddito della famiglia.

Oltre 135.000 euro andranno invece a sostenere i nuclei familiari con bambini che frequentano il nido: di questi, circa 68.000 euro abbasseranno le rette (da un minino di 200 a un massimo di 500 euro annuali), mentre 67.000 euro stanziati dalla regione Emilia-Romagna saranno invece dedicati al sostegno di famiglie con un Isee inferiore ai 26.000 euro (gli importi delle riduzioni sono in corso di definizione). Fino al 31 ottobre è inoltre possibile richiedere il contributo per l’acquisto di libri per gli studenti delle scuole medie e superiori: sono circa cento i ragazzi e le ragazze che beneficiano di questa sovvenzione.

“I nostri migliori auguri vanno innanzitutto alle bambine e ai bambini che da lunedì 16 settembre torneranno sui banchi di scuola”, affermano il sindaco Alice Parma e l’assessora alla Scuola e ai servizi educativi, Angela Garattoni. “Quella scuola che è una delle istituzioni più importanti della Repubblica italiana, non solo luogo di educazione ma anche di socialità, relazioni e di educazione al rispetto reciproco. Un augurio di buon lavoro va ai docenti, agli educatori, a tutto il personale scolastico, alla preside dell’Itse Molari e ai tre nuovi dirigenti scolastici del primo e del secondo circolo didattico e della scuola media, finalmente insediati di ruolo – concludono Parma e Garattoni – con l’auspicio di una proficua e duratura collaborazione tra istituti scolastici e Amministrazione comunale”.