Domenica 22 Settembre04:55:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un giro in barca per i piccoli guerrieri in lotta contro il tumore: la bella iniziativa Itaca Day

Un'iniziativa promossa per il decimo anno dall'Ail nazionale, che quest'anno festeggia i 50 anni di vita

Attualità Rimini | 17:21 - 07 Settembre 2019 L'itaca day 2019 L'itaca day 2019.

Le condizioni del mare non hanno permesso di uscire in mare aperto. Ma è stata ugualmente una mattinata da ricordare per tante famiglie che hanno bambini in cura presso l'Oncoematologia Pediatrica dell'ospedale “Infermi” di Rimini, riferimento dell'intera Romagna. L'Itaca Day 2019 è stato quindi l'ennesimo successo di un'iniziativa promossa per il decimo anno dall'AIL nazionale, che quest'anno festeggia i 50 anni di vita.

Eduardo Pinto, presidente AIL Rimini OdV: “Abbiamo aderito immediatamente, dal 2009, a questo progetto voluto dall'AIL nazionale, che vede la partecipazione di alcuni skipper che con le loro barche attraversano tutta l'Italia fermandosi nelle città in cui è presente un reparto di Ematologia e una sezione dell'AIL. A Rimini è presente il Club Nautico Rimini, con i soci molto disponibili che hanno messo immediatamente a disposizione le loro barche per portare fuori pazienti sia adulti che bambini, ma anche volontari, accompagnati da psicologi, medici e dai Dottor Clown. Nonostante le condizioni del mare fossimo pessime, oggi siamo riusciti a portare fuori un nutrito gruppo di bambini e accompagnatori, facendoli girare in darsena e  nel porto canale. 

La giornata è stata ugualmente bella: c'è stata molta partecipazione, i bambini sono stati coinvolti in molto giochi sia dai Dottor Clown che da alcune animatrici, ed il clima di solidarietà che di solito si instaura in questa manifestazione anche oggi è stato riproposto. Ricorre il 50° anno della fondazione dell'AIL e noi abbiamo voluto festeggiare ancora una volta questa data così importante di questa Associazione che ha voluto professor Mandelli, che ha avuto la lungimiranza di creare questa sezioni autonome che tanto fanno sia per gli adulti che per i bambini nella nostra città”.

Roberta Pericoli, responsabile S.S. Oncoematologia Pediatrica – U.O. Pediatria dell'ospedale “Infermi” di Rimini: “Il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Rimini è l'unico dell'Azienda della Romagna. Presso la nostra unità operativa convergono tutti i bambini che si ammalano di tumori in tutto il territorio della Romagna, quindi nelle province di Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna. Negli anni abbiamo aumentato tantissimo la nostra attività: negli ultimi 15 anni abbiamo curato circa 350 bambini, nel 2018 abbiamo avuto 40 nuove diagnosi di tumore pediatrico, soprattutto leucemie e linfomi perché sono i tumori che più frequentemente colpiscono i bambini. Le percentuali di guarigione sono molto alte, per cui la maggior parte di questi bambini guariscono e raggiungono un'età adulta. Alcuni di loro devono essere anche trapiantati di midollo e per i trapianti noi abbiamo come riferimento il centro trapianti di Bologna, con cui collaboriamo regolarmente. Oggi è stata una giornata molto bella per i bambini dell'Oncoematologia Pediatrica di Rimini e della Romagna, perché hanno avuto la possibilità di trascorrere un giorno all'aria aperta insieme ai fratelli, ai genitori e ad altri bambini che come loro sono malati o sono stati malati o anche insieme ad altre persone che hanno avuto la fortuna di non ammalarsi mai. E in una situazione di sole, di aria, di vento, di luce... con un gran guadagno per l'umore; e l'umore e la positività, come sappiamo bene, aiutano anche nella malattia”.