Marted 22 Ottobre01:57:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cattolica si prepara a partecipare alla seconda edizione del G20 delle spiagge

Ambiente, Sicurezza, Promozione, Fiscalità locale e Direttiva Bolkestein i temi in discussione

Turismo Cattolica | 14:32 - 06 Settembre 2019 Incontro con i sindaci per discutere le linee guida delle spiagge più visitate d'Italia Incontro con i sindaci per discutere le linee guida delle spiagge più visitate d'Italia.

Il Comune di Cattolica si prepara a partecipare alla seconda edizione del G20s, "Il summit delle spiagge italiane". Un vertice nel quale i primi cittadini, esponenti politici, tecnici, studiosi, rappresentanti delle associazioni di categoria e decision makers si incontrano per conoscersi e discutere insieme le linee guida per lo sviluppo strategico delle spiagge più visitate della Penisola. Ad ospitarlo sarà la Toscana (Castiglione della Pescaia) dal 18 al 20 settembre prossimi. Otto le regioni rappresentate: Veneto, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Campania, Puglia, Toscana, Sardegna e Sicilia. In totale sono 20 le località balneari che partecipano all’edizione di quest’anno, selezionate in base alle presenze registrate nel 2017 (con l’esclusione delle grandi città: Venezia, Napoli, Genova, Palermo), e che da sole sono riuscite ad attirare più di 70 milioni di turisti.

“Il G20s è una rete strategica che può dare risposte concrete per competere nelle sfide moderne del settore turistico", aveva rimarcato il primo cittadino di Cattolica, Mariano Gennari, "siamo tutti concordi - aveva aggiunto - che bisogna innescare un cambiamento e guardare sempre di più alle nostre città non solo in una ottica di destinazioni balneari ma come mete turistiche nel loro complesso e lavorare in tal senso. Probabilmente è anche ora di smettere di contare e valutare le semplici presenze quale benchmark di una destinazione turistica. È arrivato il momento di costruire parametri di riferimento differenti che sappiano misurare in maniera evoluta ed innovativa le prestazioni delle nostre località". Lo scorso mese di maggio la seconda edizione del G20s era stata presentata a Palazzo Madama. “Tra l’altro – aveva annunciato in quella occasione Gennari – avrò l’onere e l’onore di coordinare i tavoli di lavoro che verteranno sulla Direttiva Bolkestein. Un ruolo difficile ma che ho particolarmente a cuore vista la tematica di estrema attualità che interessa e coinvolge tutte quelle categorie che insistono sugli spazi demaniali”. Altri temi che vedranno il Cattolica in prima fila saranno la micromobilità elettrica, di cui è Ente sperimentatore dallo scorso luglio, e le azioni messe in campo per divenire Comune #plasticfree.


Questi i comuni che saranno presenti al G20S: Cavallino-Treporti, Jesolo, San Michele al Tagliamento, Caorle, Rimini, Riccione, Lignano Sabbiadoro, Cervia, Cesenatico, Sorrento, Bellaria – Igea Marina, Comacchio, Vieste, Cattolica, Castiglione della Pescaia, Forio, Chioggia, Ischia, Grado, Arzachena. In ogni edizione vengono inoltre coinvolte altre sei destinazioni turistiche: quest’anno ci saranno i comuni di Viareggio, San Vincenzo, Orbetello, Rosolina, Taormina e Grosseto. Nato lo scorso anno, da un’idea del sindaco di San Michele al Tagliamento, Pasqualino Codognotto, per chiamare a raccolta le 20 più importanti destinazioni balneari della Penisola, punta a diventare un appuntamento annuale itinerante, momento d’incontro per i soggetti pubblici e privati che abbiano a cuore lo sviluppo strategico del turismo balneare italiano. Un dibattito che avrà come punti di riferimento tre pilastri fondamentali – sostenibilità, innovazione e progettazione strategica -, a cui si accompagneranno quattro temi cardine: ambiente, sicurezza, fiscalità e promozione.