Venerd 20 Settembre13:22:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Bitcoin: tutto quello che bisogna sapere sulla criptovaluta

L’interesse per il mondo delle criptovalute è tornato più forte che mai:

Attualità Nazionale | 14:39 - 03 Settembre 2019 Bitcoin Bitcoin.

L’interesse per il mondo delle criptovalute è tornato più forte che mai: l’incredibile cavalcata del Bitcoin nel 2017, che lo ha portato in poco meno di 12 mesi ad accrescere di ben 15 volte il proprio valore, ne è stata la principale causa.
Si è trattata della prova definitiva che ha smentito una volta per tutte la credenza che il mondo delle criptovalute fosse giunto al tramonto, che si fosse trattata di una parentesi, per molti proficua, ma nulla di più.
Ancora una volta, invece, il Bitcoin ha stupito gli scettici, confermando il proprio ruolo rivoluzionario nei mercati finanziari, trattandosi di uno dei pochi casi in cui una simile crescita di un titolo non fosse causata da una bolla pronta ad esplodere.

GUADAGNARE CON I BITCOIN E' POSSIBILE? A questa domanda, cinque anni fa si sarebbe potuto rispondere con un enigmatico: forse. Guadagnare con i Bitcoin è stato, infatti, fino a poco tempo fa moto complesso per chi non avesse le conoscenze giuste.

Partire da novellino nel settore e aspettarsi di trarre profitto dalla madre di tutte le valute digitali, infatti, vi avrebbe portato ad essere facili prede delle piattaforme fraudolente: si trattava di un settore ancora molto specifico, in rapida espansione ma che richiedeva dimestichezza con argomenti poco noti ai più.
Oggi le cose sono cambiate: alla domanda, infatti, si può rispondere con un secco e deciso “sì”. La nascita di broker regolamentati che permettono di fare trading online sulle criptovalute ha reso il mercato accessibile a chiunque.
Le conoscenze minime da avere restano comunque, ma sono messe tranquillamente a disposizione sia dal broker che dalle tante guide online che spiegano come si guadagna con i Bitcoin.

QUANTO E' DIFFICILE FARE TRADING ONLINE SULLE CRIPTOVALUTE? Fare trading online in generale è un’operazione molto facile: basta registrarsi presso un broker certificato e fare un deposito iniziale (gli importi minimi sono di una o due centinaia di euro). Come con gli altri mercati finanziari, anche investire sui Bitcoin è semplicissimo: le operazioni possibili sono due e il trader può decidere se acquistare Bitcoin o venderli allo scoperto (ovvero scommetterci contro).
La difficoltà del trading online sta nel capire con certezza quando è opportuno acquistare e quando, invece, vendere: al di sotto di queste due semplici operazioni, infatti, si annida la differenza tra il profitto e la perdita del proprio denaro.
In particolar modo per le criptovalute, riuscire a determinare quando è opportuno vendere o quando acquistare richiede un certo livello di conoscenza del settore. Se avete intenzione di iniziare ad investire sui Bitcoin, attirati dal fatto che molti, nel corso degli anni, sono diventati miliardari o milionari proprio grazie alla criptovaluta, dovrete farvi un bel bagaglio di conoscenze.
Per fare trading sui Bitcoin bisognerà inizialmente armarsi di pazienza: avrete bisogno di un po’ di tempo per comprendere come funziona la criptovaluta e per iniziare a trarre profitti degni di nota. Rispetto al passato, infatti, diventare milionario da un giorno all’altro è impossibile e vi consigliamo di diffidare da chi ve lo promette.

METODI PER GUADAGNARE ALTERNATIVI AL TRADING: IL MINING Se siete interessati a guadagnare con i Bitcoin, ma non a fare trading, potete sempre pensare di iniziare a fare mining di Bitcoin. Fare mining di Bitcoin, tuttavia, a differenza del trading, necessita di un capitale di partenza molto più cospicuo e di alcune condizioni essenziali.

Oggi la difficoltà di fare mining di Bitcoin è aumentata esponenzialmente e avrete bisogno di un comparto hardware adatto (dal costo di qualche decina di migliaia di euro), oltre ad una tariffa sulla energia elettrica molto molto bassa.
Fare mining, infatti, richiede un quantitativo di corrente elettrica esorbitante e spesso in alcuni paesi, come in Italia, il costo della corrente che si andrà a consumare supera il profitto che si ricava dal mining. Molti dei miners non a caso operano in Cina, traendo enormi vantaggi dai costi irrisori della elettricità.