Venerd́ 20 Settembre15:06:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Iscrizione scuole, la Regione ricorda obbligo di vaccinazione

'Eventuale decadenza iscrizione di competenza dirigenti scuola' , ricorda in una nota

Ambiente Emilia Romagna | 12:38 - 03 Settembre 2019 Vaccinazione di un bambino (foto di repertorio) Vaccinazione di un bambino (foto di repertorio).

Nell'imminenza dell'apertura dell'anno scolastico, la Regione Emilia-Romagna ricorda le norme sui vaccini e chiarisce che per accedere agli asili nido e alle scuole per l'infanzia "è necessario e indispensabile il regolare certificato che attesta l'avvenuta vaccinazione". Per chi non ha ancora completato il percorso, "è possibile accedere direttamente agli ambulatori vaccinali delle Aziende Usl presso i quali potranno essere effettuate le vaccinazioni, senza necessità di prenotazione". In tutto questo resta chiaro, "che l'eventuale procedura di decadenza dall'iscrizione è di competenza dei Dirigenti scolastici o dei Responsabili servizi educativi". La legge nazionale, rammenta la Regione, ha imposto l'obbligo di 10 vaccinazioni- poliomielite, difterite, tetano, epatite B, pertosse, Haemophilus influenzae tipo b, morbillo, rosolia, parotite e varicella - per bambini e i ragazzi da 0 a 16 anni. La norma prevede sanzioni amministrative a carico delle famiglie dei minori non in regola. Inoltre, per quanto riguarda i bambini da 0 a 6 anni, non in regola con le vaccinazioni, scatta l'impossibilità di frequenza ai nidi e alle scuole per l'infanzia.