Venerd́ 20 Settembre15:18:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Grande attesa per i campioni della Motogp a Misano: nel 2018 indotto da 62 milioni di euro

La presentazione del Gran Premio Octo di San Marino e della Riviera di Rimini all’insegna delle strategie per il suo sviluppo futuro

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Misano Adriatico | 12:33 - 30 Agosto 2019 Valentino Rossi con il poster del Gran Premio Repubblica di San Marino e Riviera di Rimini Valentino Rossi con il poster del Gran Premio Repubblica di San Marino e Riviera di Rimini.

Il Gran Premio Octo di San Marino e della Riviera di Rimini è pronto a raccogliere il frutto del lavoro che i promotori hanno svolto in questi mesi, finalizzati a perseguire nuovi obiettivi che s’aggiungono allo straordinario successo dell’evento sportivo, fra i più spettacolari al mondo. I contenuti della ‘nuova era della MotoGP nella Motor Valley’ introducono il Gran Premio alla vigilia dell’esplosione di colori e di passioni delle prossime due settimane.

MOTOGP, UN EVENTO SOLIDO, REDDITIZIO E SPETTACOLARE

I risultati già ottenuti sono riassumibili in alcuni dati fondamentali: dal 2010 sono più che raddoppiati gli spettatori, erano 78.000 e nel 2018 sono stati quasi 160.000.
Il Gran Premio ha consolidato un’impronta economica fotografata dallo studio commissionato da Misano World Circuit a Trademark Italia: 62,139 è milioni l’indotto economico prodotto nell’edizione 2018; ogni euro investito per organizzare l’evento ne genera 7,1. Consolidato anche il successo del programma di The Riders’ Land Experience, capace di attirare 300mila appassionati agli eventi sul territorio nel corso dei dieci giorni precedenti il weekend di corse.

Altri dati che certificano il rilievo dell’evento: nella stagione 2018 l’appuntamento di Misano è stato il più partecipato in Italia, decimo su 19 tappe, il terzo più frequentato dai media con 601 operatori che provenivano da 34 Paesi ed un’audience televisiva vicina ai 4 milioni di telespettatori sulla piattaforma italiana.

Sempre dal report 2018, da ricordare che il segnale live delle piattaforme tv raggiunge complessivamente oltre 200 Paesi, mentre l’azione sui social network della MotoGP raggiunge 13 milioni di followers su Facebook, 6,4 milioni su Intagram, 2,4 milioni su Twitter e 1,8 milioni su Youtube.

Complessivamente, la macchina organizzativa coinvolge oltre 2.500 addetti che rappresentano anche un valore oggettivo sotto il profilo occupazionale, con l’attenzione particolare dei promotori al coinvolgimento di aziende locali nelle varie forniture, spesso di altissimo contenuto tecnologico e professionale.

Infine, ma è altro elemento qualificante, la qualità organizzativa complessiva raggiunta, che si concretizza sia nella gestione dell’evento sportivo che delle manifestazioni sul territorio. A ciò va aggiunto un elemento che garantisce ulteriore qualità: grazie al coinvolgimento degli enti preposti, Prefettura e Questura in primis, sia la sicurezza che la gestione dei flussi di traffico in ingresso e uscita dall’autodromo hanno fissato uno standard di altissima efficienza.

MOTOGP, INIZIATA LA NUOVA ERA

La nuova fase del percorso di comunicazione del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini si avvia con #Rideoncolors, il progetto di The Riders’ Land voluto e promosso da Visit Romagna per colorare l’evento e il suo territorio, funzionale allo scopo di veicolare nuovi contenuti.
 
La presentazione di fine luglio a Milano ha richiamato 80 giornalisti presenti all’evento di presentazione nel capoluogo lombardo, circa 200 le uscite tra quotidiani, periodici, radio, web e tv con l’obiettivo di coinvolgere media e stakeholder legati al turismo, al lifestyle, al design e all’economia.
 
L’obiettivo generale è quello di aggiungere ai formidabili risultati raggiunti dall’evento, ciò che di ineguagliabile può offrire una terra vocata, come nessuna altra al mondo, alla passione per i motori.
 
Il progetto innovativo di marketing integrato utilizza il Gran Premio come palcoscenico per valorizzare l’immagine e i prodotti – prevalentemente legati al turismo - della Repubblica di San Marino e della Riviera di Rimini all’interno di un contesto, quello della Motor Valley che esprime hardware e software unici al mondo.
La Motor Valley è quel distretto industriale specializzato nel settore automobilistico e motociclistico in cui si concentrano alcuni dei più prestigiosi brand mondiali, simbolo del migliore Made in Italy. Aziende di eccellenza che da sempre si occupano di ricerca, sviluppo tecnologico e, da qualche tempo, anche di turismo. Lo dimostra la presenza di 15 musei specializzati16 collezioni private aperte ai visitatori e 4 autodromi per le gare sportive, che hanno portato sul territorio oltre 1,2 milioni di presenze turistiche. La ‘motor experience’ di questo territorio è qualcosa di unico e irripetibile in Italia, grazie alle 16.500 imprese presenti nell’area per oltre 66.326 addetti.
 
“A partire da questa realtà affascinante e da questo patrimonio unicodicono i promotori - The Riders’ Land è il brand che rappresenta e promuove nuovi obiettivi: innalzare il livello di appeal del territorio nel suo complesso e creare link commerciali per il sistema turistico, così da consentire la conquista di nuovi mercati nazionali e internazionali, oltre a nuovi target di consumatori”.
 
Il progetto #RideOnColors proietta l’iniziativa avviata nel 2017 da MWC, con la colorazione delle vie di fuga a cura della Drudi Performance, verso una contaminazione che coinvolge i territori anche con le scelte grafiche, a partire dal poster 2019 firmato dal designer Aldo Drudi e dedicato ai 40 anni di Valentino Rossi.
Una strategia che vuole saldare lo spettacolo alla cultura del motorsport. Cuore e managerialità insieme, per garantire all’industria dell’accoglienza un prodotto sempre più attraente e anche all’insegna della sostenibilità. Quest’anno #RideOnColors si traduce in una esplosione di colori, quelli degli stemmi delle città che si sono prima fusi per diventare una texture che ha “colorato” il circuito e che ora, sempre sottoforma di texture ritorna negli eventi della “Riders’ Land Experience”.
 
Si aggiunge lo sforzo prodotto dalla proprietà di MWC, il Gruppo Financo, che ha portato l’impianto nell’elite internazionale e che prevede l’imminente avvio di un nuovo piano industriale con ulteriori interventi sulla struttura, con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale.

MOTOGP SOSTENIBILE E SOLIDALE CON KiSS MISANO

In occasione del Gran Premio si svolgerà la quarta edizione del programma KiSS Misano (Keep it Shiny and Sustainable), una iniziativa promossa da Misano World Circuit, FIM, Dorna e IRTA, coordinata dalla società Right Hub, per migliorare l’impatto ambientale e sociale in un grande evento sportivo come è appunto la MotoGP.

Il programma quest’anno si focalizzerà sulle attività di sensibilizzazione di operatori, spettatori e team per il miglioramento della raccolta differenziata e sul tema della economia circolare per il corretto riciclo di plastica ed alluminio; inoltre si replicherà la raccolta delle eccedenze alimentari che vede ogni anno una forte partecipazione delle hospitality e dei ristoranti. Lo scorso anno sono state raccolte eccedenze pari a 2.482 pasti complessivi.

Come novità di questa edizione sarà organizzata una campagna ad-hoc contro il fastidioso fenomeno del “littering” dei mozziconi di sigaretta a terra durante l’evento, posizionando alcuni porta mozziconi da terra e distribuendo porta mozziconi tascabili agli spettatori.

Inoltre, in ottica di economia circolare, verranno raccolti i fondi di caffè presso le hospitality e ristoranti che saranno poi trasformati da una cooperativa sociale in compost per la coltivazione di funghi commestibili.

Tornerà anche l’iniziativa di sensibilizzazione “Controlla il tuo Circuito! Fai un Pit Stop per il tuo Cuore” dedicata alla prevenzione, con screening ‘sul campo’, a titolo gratuito alla palazzina nella zona della pista Kart (Prato 1). Il progetto è a cura dell’Associazione SIC-Società Italiana di Cardiologia.

Per ultima, ma di certo non meno importante, è l’emozionante iniziativa della ‘pit walk solidale’ che coinvolge le associazioni locali che assistono persone con disabilità nel partecipare ad una esclusiva passeggiata e visita della pit lane incontrando piloti, meccanici e team manager.  Ogni anno cerchiamo di migliorare i risultati e di alzare l’asticella” degli obiettivi di sostenibilità.

Continuerà la collaborazione con l’Associazione Papa Giovanni XXIII per accogliere ed assistere in circuito le persone con disabilità.

ASCOLTA L'AUDIO