Domenica 22 Settembre04:34:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Condannato per spaccio, aggredisce la polizia fuori dal tribunale e urla "Allah è grande": arrestato e condannato

Due i processi per direttissima: dovrà scontare 18 mesi per resistenza, minacce e spaccio

Cronaca Rimini | 14:53 - 27 Agosto 2019 Il tribunale di Rimini (foto di repertorio) Il tribunale di Rimini (foto di repertorio).

Era appena stato arrestato e appena condannato per spaccio e per aver fornito generalità false, ma quando lunedì mattina è stata ora di salire sulla macchina della polizia, ha dato di matto urlando “Allah è grande”. Un magrebino di 34 anni (che diceva di essere algerino di 31) è ora custodito nel carcere Casetti di Rimini in custodia cautelare ed è già stato condannato nel processo per direttissima di lunedì a 18 mesi di relcusione. È accusato anche di minacce e resistenza a pubblico ufficiale, ipotesi di reato che sono state convertite in pena nel nuovo processo di martedì mattina.