Mercoledž 23 Ottobre16:21:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Per il Time il Teatro Galli di Rimini è una delle 100 esperienze al mondo da vivere

Assieme al Castello di Santa Severa a Santa Marinella è l'unica segnalazione relativa all'Italia

Attualità Rimini | 15:08 - 22 Agosto 2019 Interno del teatro Galli di Rimini Interno del teatro Galli di Rimini.

Entrare al Teatro Galli di Rimini è tra le 100 esperienze al mondo da vivere nel 2019. Il riconoscimento arriva dal celebre magazine americano Time, che nella seconda edizione del suo speciale dedicato ai World's Greatest Places ha inserito anche il Teatro riminese, riaperto il 28 ottobre scorso.

Nello speciale, il Time stila un elenco di 100 più vari luoghi al mondo, classificati in diverse categorie (musei, parchi, ristoranti e hotel) e selezionati da giornalisti, corrispondenti ed esperti del settore. Nella selezione è stata valutata la qualità, l'originalità, il grado di innovazione, la sostenibilità. Parlando del Teatro Galli, il redattore ne ripercorre la storia citando i bombardamenti che lo distrussero nella seconda guerra mondiale, la riapertura dopo i lavori e i ritrovamenti archeologici, che ne conferiscono un ulteriore valore aggiunto. Nella classifica sono solo due le esperienze italiane segnalate in tutte le categorie: oltre al Teatro Galli infatti il Time suggerisce il Castello di Santa Severa a Santa Marinella.


"Una citazione inaspettata e che ci inorgogliosisce – è il commento del Sindaco Andrea Gnassi e dell'assessore Giampiero Piscaglia – Vedere Rimini e il suo Teatro essere inseriti tra le esperienze di viaggio da non farsi sfuggire è l'ennesima testimonianza del valore del percorso di rinascita culturale che la città sta vivendo e dell'attenzione che questo nuovo corso suscita nei media internazionali. Solo negli ultimi mesi Forbes  ha scelto Rimini fra le mete più interessanti per il 2019,  il New York Times ha inserito la città e il cinema Fulgor nella prestigiosa lista dei '52 places to go', nel 2018 Rimini era al primo posto della 'Best in Europe' stilata da Lonely Planet. Questi riconoscimenti internazionali non sono medaglie da appuntare al petto, ma sono la testimonianza che investire sulla trasformazione urbana, sulla cultura e sull'identità, è la chiave per vincere le sfide del futuro. E' charo che, messi assieme, tutti questi attestati e riconoscimenti per la città e le sue opere configurano un incremento dello standing internazionale di Rimini, con conseguenti benefiche ricadute anche sull'attrattività turistica. Siamo sicuri che questo standing farà un nuovo salto di qualità l'anno prossimo quando in sequenza apriranno il nuovo Museo di arte contemporanea, i primi due tratti di Parco del mare e il Museo Fellini".