Domenica 15 Settembre23:04:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, pusher magrebino in manette, ma dopo il processo torna libero

Arrestato in flagranza di reato, processato con giudizio direttissimo e rimesso in libertà, con semplice divieto di dimora

Cronaca Rimini | 14:40 - 21 Agosto 2019 Controlli della Polizia, foto di repertorio Controlli della Polizia, foto di repertorio.

Spaccia cocaina, viene arrestato, poi processato per direttissima e rimesso in libertà con un semplice divieto di dimora. È quanto accaduto nel pomeriggio di martedì, intorno alle 16, ad un pusher magrebino di 32 anni, colto in flagranza di reato mentre cede dosi di cocaina ad un coetaneo riminese a Bellariva di Rimini. Lo straniero non aveva fatto i conti con alcuni agenti della Polizia di Stato, impegnati in un’operazione di pattugliamento del territorio. I poliziotti sono intervenuti, dopo aver visto l’africano cedere una dose in cambio di denaro. L’uomo è stato tratto in arresto e processato per direttissima. Al termine del procedimento, il 32enne è stato condannato ad una pena detentiva di 6 mesi. Ciò nonostante è stato rimesso immediatamente in libertà, con la sola misura restrittiva del divieto di dimora nella Regione Emilia Romagna.