Venerd́ 22 Novembre02:34:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO Prosegue con successo il Palio de lo Daino di Mondaino

Milizie e soldati, antichi mestieri e artigiani: tutto è pronto per la seconda giornata

Attualità Mondaino | 18:03 - 16 Agosto 2019 L'apertura del Palio de lo Daino L'apertura del Palio de lo Daino.

Migliaia di visitatori hanno viaggiato nella storia del piccolo grande paese di Mondaino. Piccolo perché disposto in tre minute vie e conta circa 1400 abitanti, grande perché per l’occasione del Palio, nei palazzi e nelle cantine, nelle piazze e nei vicoli, si trovano centinaia di ricostruzioni storiche, animate da artigiani e artisti, in grado di trasformare gli odierni spazi quotidiani in scene e ambienti che trasportano in un’epoca lontana.
 
In piazza Maggiore in occasione del giorno di ferragosto si è tenuta una grande festa: i balli e i canti che hanno animato il pubblico e sono stati così travolgenti da essere ripetuti ieri sera dopo fuoco, l’emozionante spettacolo, della Compagnia de i Folli de Castel Trosino.
 
Nel sesto giorno di festa, sabato 17 agosto a dare il via al Palio alle 18 in piazza Maggiore: la rievocazione della tregua tra i due Signori Sigismondo Pandolfo Malatesta e Federico da Montefeltro accolti dal capitano del castello di Mondaino per celebrare la pace. Alle 18.30 sarà la volta dei Giochi di Bandiera.

Il ritmo della battaglia sarà scandito alle 18.45 dai tamburi medievali di Brisighella che annunceranno l’attesissimo volo del falco e le scene di caccia con i levrieri di Messer Gianluca Barone De le Terre de Siena. A seguire alle 19.30 lo spettacolare addestramento della milizia con dimostrazioni dell’arte della guerra delle numerose compagnie d’arme presenti.

Dalle 20 le irriverenti musiche dei vari gruppi itineranti "Li musci Trovadores de Romagna", "L’arpa di Faires Lullaby", "I tamburi di Brisighella", "I cantori delle Allegre note", "Errabundi Musici", "Futhark" che allieteranno le contrade.

Dalle 20.30 partirà il corteo di nobili, milizie, musici e popolo che sfileranno per le vie del paese per giungere in piazza e rievocare i tempi andati.

Grande novità di quest’anno in onore delle celebrazioni per i 500 anni di Leonardo Da Vinci, la nostra comunità non si è lasciata sfuggire l’occasione di ricordare il Grande Genio interpretando l’evento attraverso tali anime. Abbiamo così riscoperto un particolarissimo strumento musicale ideato dal famoso inventore. Si tratta di un ibrido tra una fisarmonica, di cui ne anticipa di 300 anni le fattezze, e un organo, poiché il suono è prodotto da piccole canne. Tale inedito strumento, ora ricostruito con grande cura da strumenti musicali Biasin, è straordinariamente visibile ed ascoltabile al Palio de lo Daino nel concerto "ANTIQUE MUSICAE" all’interno della chiesa di San Michele Arcangelo alle 20.45 a cura di Sebestiano Zorza.
 
Tra le altre novità alle 20.30 il drago Isotta che incanterà grandi e piccini nel bosco del Drago. Alle 21 seguiranno le avventure dei burattini della compagnia Zanubrio marionettes.
 
Lungo la discesa della Fontana si potrà assistere al susseguirsi di vari spettacoli de Li Giullari senza corte della compagnia Teatro è Liberta a Magia Medievale de Lo Mago Gabriel e la Magica Gilly.  Alle 22 da The Faires Lullaby, antiche leggende, versi et arie accompagnate da lo melodioso suono dell’arpa che concederà un momento di soave quiete. A seguire alle 22:30 le Leggiadre Danze acrobatiche delle gioiose giullarine Al Nair, Puellae in aire. Canti spettacoli e balli proseguiranno in ogni angolo del paese.
 
In piazza alle 21.20 si potrà ammirare la danza del ventre delle Sirene del Nilo. Alle 22 poi la Piazza sarà popolata da rapaci notturni e levrieri. Alle 22.45 la compagnia dei Fìfolli de Castel Trosino presenterà Incanto, la lotta tra il bene ed il male.

Oltre ai numerosi spettacoli il paese è riportato al 1459 da botteghe ed artigiani, da tutta Europa, pronti ad illustrarvi i mestieri ed arti dell’epoca perfettamente ricostruiti in ogni dettaglio e lieti di soddisfare le curiosità dei visitatori.