Mercoled 23 Ottobre06:19:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Palio de lo Daino, inaugurata la storica manifestazione di Mondaino

Ecco il ricco programma per la seconda giornata, venerdì 16 agosto, tra rievocazioni, falconieri e sbandieratori

Attualità Mondaino | 18:12 - 15 Agosto 2019 Un'aquila reale nelle rievocazioni del palio del Daino (foto Ballante) Un'aquila reale nelle rievocazioni del palio del Daino (foto Ballante).

Giovedì 15 agosto, giorno di apertura del "Palio de lo Daino", il borgo malatestiano di Mondaino, piccolo gioiello dell’entroterra riminese, è stato invaso da migliaia di visitatori che sono stati meravigliosamente catapultati nel lontano 1459. Anche venerdì 16 agosto l’incantesimo si ripeterà e la passione che anima le vie e le taverne tornerà a vibrare.

A dare il via al Palio alle 18:00 in piazza Maggiore sarà la rievocazione della tregua tra le Signorie. In “Et grande festa sia” lo capitano de lo castello de Mondaino accoglie Sigismondo Pandolfo Malatesta e Federico da Montefeltro per celebrare la pace davanti a tutti li popoli. Nobili, milizia, musici e popolo porgono gli onori ai due condottieri, le cui storie saranno narrate da Gianluca Foresi. Alle 18:30 sarà la volta dei Giochi di Bandiera con il gradito ritorno del gruppo degli sbandieratori di San Michele di Mondaino, protagonisti quest’anno del video promozionale del Palio che è andato in onda sulle reti di Sky.

Lo sparo della bombarda segnerà l’inizio dello spettacolare addestramento della milizia con dimostrazioni dell’arte della guerra delle numerose compagnie d’arme presenti: si svolgeranno spettacolari sfide tra il Pugnale et spada de Arimino, la Città de lo Grifo de Arzignano, i Milites de Sharon de Pesaro, la Compagnia dell’Istrice 1462 della Libera Terra di San Marino, la Compagnia di Ventura dell’Olifante de San Giovanni Mariniani, la Compagnia et Lupi del Malatesta de Arzune. Seguirà alle 19:15 l’attesissimo volo del falco e le scene di caccia con i levrieri di Messer Gianluca Barone De le Terre de Siena.

E dalle 20:00 le irriverenti musiche dei vari gruppi itineranti – Li musci Trovadores de Romagna, L’arpa di Faires Lullaby, I tamburi di Brisighella, I cantori delle Allegre Note, Errabundi Musici, Futhark - allieteranno le vie tucte, de le contrade Mondainesi.

E dalle 20:30 prenderà il via il Corteo de lo Castello de Mondaino che sfilerà sulla Via Maggiore per raggiungere la Piazza Maggiore: nobili, milizie, musici et vulgo sfileranno per le vie de lo paese per giungere in Piazza et rievocare li tempi andati, narrati da lo Messere Nicola Battistoni de Mondaino, accompagnati dal suono regale delle chiarine e dei tamburi.

Seguiranno le Antique musicae alle 20:45 con il Concerto de le note perdute con lo ritrovato Histrumento de Leonardo Da Vinci dimostrato da lo maestro Sebestiano Zorza, lo coro de le Allegre note, l’arpa pizzicata da madonna Lucia De Carlo, l’Organo Classico suonato da lo maestro Paolo Accardi, all’interno della chiesa di San Michele Arcangelo.

In occasione delle celebrazioni per i 500 anni di Leonardo Da Vinci, Mondaino non si è lasciata sfuggire l’occasione di ricordare il Grande Genio: è stato così riscoperto un particolarissimo strumento musicale ideato dal famoso inventore. Si tratta di un ibrido tra una fisarmonica, di cui ne anticipa di 300 anni le fattezze, ed un organo, poichè il suono è prodotto da piccole canne. Tale inedito strumento, ora ricostruito con grande cura da strumenti musicali Biasin, è straordinariamente visibile ed ascoltabile al Palio de lo Daino.

Un’altra curiosa novità sarà "Isotta, il drago dei boschi", che con la sua maestosità  incanterà grandi e piccini nel Bosco del Drago dalle 20:30, dove la leggenda verrà narrata da Madonna Silvia e dai suoi piccoli cantastorie. Alle 21 seguiranno le avventure del Lo Burattino Affamato et lo Beccaio Spietato de la Compagnia Zanubrio marionettes

Nel frattempo in Piazza Maggiore si potrà seguire Lo signore ne rise de bona maniera, movenze et risa con Gianluca Foresi de la città de Orvieto, nell’arte del rimeggiar all’improvviso seguito da il Pyroetnico, il pifferario magico con i suoi Fuochi Fatui e dai Giochi di Bandiera dalle 21:40.

E dalle 21:00 in poi canti spettacoli e balli in ogni angolo del paese. Lungo le vie gli occhi dei passanti potranno farsi sorprendere dagli spettacoli magici de Lo Mago Gabriel e la Magica Gilly, oppure potranno farsi stupire dalla Compagnia Sabbie Luminose.

Davanti il Sagrato della chiesa di San Michele i passanti potranno assistere alla danza del ventre delle Sirene del Nilo alle 21:30 e alle 22 farsi allietare dell’ascolto di The Faires Lullaby, antiche leggende, versi et arie accompagnate da lo soave suono dell’arpa. Alle 22:00 si rientra in Piazza Maggiore per li rapaci nocturni et li levrieri Messer Gianluca Barone de le terre de Siena.

A seguire alle 22:45, in Piazza Maggiore, Fuoco, La magica historia de lo foco,da Vulcano a Prometeo all’araba Fenice, della Compagnia de i Folli de Castel Trosino.