Luned́ 14 Ottobre06:18:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Al via riprogettazione per lo Yellow Factory di Riccione, ex night La Perla

La Giunta Comunale ha dato il via libera, in preparazione la procedura ad evidenza pubblica per trovare un gestore

Attualità Riccione | 14:12 - 14 Agosto 2019 Progetto artistico-culturale in una precedente gestione dello Yellow Factory Progetto artistico-culturale in una precedente gestione dello Yellow Factory.

Il Comune di Riccione si riappropria dello Yellow Factory, ex night La Perla di via Manfroni nella zona Marano, per il quale sottoscriverà un contratto di locazione con gli amministratori e custodi giudiziari della società destinataria dell’immobile, oggetto di sequestro negli anni scorsi. Dal primo settembre 2019 e fino al 2024, la Giunta Comunale ha dato il via libera alla riprogettazione del locale, per il quale verrà corrisposto un canone d’affitto. Mentre è in fase di predisposizione, da parte degli uffici comunali, la procedura ad evidenza pubblica attraverso la quale verrà coinvolto il mondo dell’associazionismo per dare vita ad una gestione destinata a sviluppare e promuovere attività ricreative, culturali e artistiche. Lo spazio polifunzionale così rinnovato verrà sistemato nei prossimi giorni e sarà oggetto di tutti gli interventi manutentivi da parte dell’amministrazione per renderlo funzionale e idoneo allo svolgimento delle attività richieste.

IL COMMENTO DELL'ASS.LAURA GALLI. "Come da mandato elettorale il percorso avviato dall’amministrazione va nella direzione di recupero e riqualificazione dell’ex night La Perla, poi ridenominato Yellow Factory, con un obiettivo molto chiaro: dare risposte ai nostri ragazzi con spazi nuovi e dedicati dove poter svolgere in ambienti sani e sicuri attività ricreative, di svago, con laboratori e iniziative in cui i ragazzi si sentano e siano protagonisti. Il rapporto costante e diretto con i custodi giudiziari del locale non si è mai interrotto nel tempo proprio per creare nuove opportunità di socializzazione per i giovani. Non solo giovani ma lo Yellow Factory dovrà essere anche uno spazio ampio e riqualificato per dare risposte alle tante associazioni culturali del territorio".