Venerd́ 06 Dicembre16:33:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio 1a Cat: Morciano, la rosa. Mister Antonioli: 'ho una Ferrari, ma c'è da lavorare molto'

Intervista all'allenatore biancorosso: 'i miei moduli preferiti il 4-4-2, il 4-3-3 e il 4-2-3-1'

Sport Morciano di Romagna | 07:19 - 11 Agosto 2019 Un allenamento del Morciano Calcio Un allenamento del Morciano Calcio.

A Morciano c'è grande attesa per la prossima stagione e soprattutto voglia di riscatto. Dopo la retrocessione, i biancorossi mettono nel mirino il vertice del girone H di Prima Categoria. Il ds Vaselli, per perseguire l'obiettivo, ha avviato una profonda rivoluzione della rosa, innescando giocatori come Sottile e Gravina, protagonisti in campionati di categoria superiore. In panchina si è affidato all'esordiente Matteo Antonioli, affiancato da Claudio Delmonte, un allenatore giovane, ma dall'ottima preparazione, chiamato a dare un'identità di gioco a un gruppo formato da importanti individualità. 

Mister Antonioli, il ds Vaselli ti ha messo a disposizione "Una Ferrari". Una bella responsabilità.

"Eh sì, hai ragione. Abbiamo costruito un gruppo ex novo, prendendo 17 giocatori nuovi. C'è da lavorare molto per trovare la giusta amalgama. Gli acquisti sono stati tutti mirati. Sono molto soddisfatto. I ragazzi sono molto motivati". 

Difesa e attacco infatti hanno cambiato quasi completamente volto.

"Assolutamente sì, in difesa è rimasto Tenti e in attacco Longoni. Adesso lavoriamo intensamente per trovare il giusto assetto con il mio collaboratore Claudio Delmonte".

Gravina è un giocatore di grande qualità, ma affronta per la prima volta un campionato di Prima Categoria: dovrà trovare le giuste motivazioni. Anzitutto in quale posizione ritieni possa offrire il miglior rendimento?

"Il curriculum del giocatore non si discute. Quando abbiamo avuto la sua disponibilità nell'abbracciare il nostro progetto, è scoppiato un grande entusiasmo nell'ambiente. Sulla posizione ci stiamo lavorando: ho tanti giocatori nuovi e devo vedere anche la loro risposta in campo. Giocherà come attaccante esterno, ma posso utilizzarlo anche in posizione più centrale".

Dal punto di vista tattico è stato fatto un mercato di giocatori polivalenti proprio per permettere alla tua squadra di potersi schierare in modo diverso e sorprendere l'avversario.

"Diciamo che a livello tattico lavoriamo a livello di principi: ho già cercato di inculcare nella testa dei miei giocatori alcuni concetti base di gioco di squadra, giocare palla a terra, cercare gli spazi. Stiamo lavorando per cercare di mettere nelle migliori condizioni i giocatori affinché possano esprimere il loro potenziale. Giocheremo comunque con la difesa a quattro. Nelle giovanili ho lavorato con il 4-4-2, con il 4-2-3-1 e il 4-3-3, i tre moduli che possono valorizzare al meglio la nostra rosa". 

Quali sono i vostri rivali più pericolosi?

"E' stata una fortuna che abbiano ripescato il Novafeltria in Promozione, è venuta a meno una delle grandi favorite. Il Verucchio ha fatto buoni investimenti, il Riccione sarà sicuramente protagonista, probabilmente la favorita numero 1. Poi ci sono le cesenati, come il Granata. La Prima è un campionato molto livellato ed equilibrato".

(r.g.)

LA ROSA


Portieri

Eugenio Marconi (1998)
Luca Petrucci (1989, Spontricciolo)
Christian Ostolani (1983)

Difensori

Filippo Baffoni (1991, San Giovanni, Interno SM)

Lorenzo Berardi (1994, San Lorenzo)

Nicola Fraternali (1991, Vis Misano)

Nicola Grechi (1989, San Giovanni, Interno SM)

Samuele Polini (2000)

Alexandru Radu (1996, Verucchio)

Luca Ricci (1998, Colonnella)

Lorenzo Sottile (1996, Vis Misano)

Michele Tenti (1985)

Centrocampisti

Gian Luca Bartolini (1979)

Leonardo Becchimanzi (2000, Colonnella)

Alessandro Colombari (1997)

Marco Ingrosso (1994)

Edoardo Marconi (1998, Tre Fiori)

Gabriele Molfetta (1996)

Diego Monaldi (1999)

Manuel Salvi (1999)

Marco Volponi (1998)

Attaccanti

Francesco Antonelli (2000, Marignanese)

Riccardo Dragoni (1991, Verucchio)
Lorenzo Formica (2000, Torconca)
Antonio Gravina (1994, Cosmos)

Martin Longoni (1991)