Domenica 17 Novembre07:31:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Crac Santarcangelo Calcio, il Comune cerca nuovo gestore dello stadio Mazzola

Mercoledì 7 agosto la Giunta Comunale ha approvato la delibera di risoluzione consensuale della convenzione con la vecchia società gialloblu

Sport Santarcangelo di Romagna | 14:27 - 07 Agosto 2019 Stadio Valentino Mazzola di Santarcangelo Stadio Valentino Mazzola di Santarcangelo.

Nella mattinata di oggi (mercoledì 7 agosto) la Giunta comunale di Santarcangelo ha approvato con una delibera la proposta di risoluzione consensuale della convenzione per la gestione dello stadio “Valentino Mazzola” e degli impianti ad esso collegati avanzata dalla società sportiva Santarcangelo Calcio 1926.

Si tratta di un provvedimento decisivo – che sarà perfezionato nei prossimi giorni – nell’articolato percorso che potrà portare a una nuova gestione della principale società di calcio santarcangiolese, in quanto svincola gli impianti di via della Resistenza da possibili contenziosi e oneri che avrebbero di fatto impossibilitato l’avvio di un nuovo percorso gestionale.

Pur senza entrare nel merito delle questioni societarie, dunque, l’Amministrazione comunale compie un passo fondamentale per sostenere il rinnovamento del calcio santarcangiolese, facendosi carico - in questa fase di transizione - delle spese per utenze e mutui accesi per ammodernare le strutture.

Da parte sua – si legge nell’accordo transattivo approvato dalla Giunta – la società rinuncia a qualsiasi richiesta di indennizzo, pretesa economica o ricorso giudiziario, scongiurando la possibilità di futuri contenziosi che sarebbero potuti scaturire da una risoluzione unilaterale da parte dell’Amministrazione comunale.

La risoluzione consensuale della convenzione, come già anticipato in Consiglio comunale, permette al Comune di riprendere possesso delle strutture, presupposto necessario per procedere a un nuovo affidamento che possa garantire il proseguimento delle attività del settore giovanile già da settembre di quest’anno.

Ora si tratta di individuare un nuovo soggetto in grado di assicurare questa continuità, unitamente a una gestione degli impianti che possa valorizzare a pieno le strutture e salvaguardarle da periodi di non utilizzo, senza perdere l’opportunità di ricavarne introiti.

È con questi due obiettivi – garanzia della pratica sportiva per i più giovani e tutela dei beni pubblici – che l’Amministrazione comunale sta proseguendo il lavoro portato avanti nelle ultime settimane, alla ricerca di realtà locali che possano presentare un progetto credibile per far ripartire il calcio santarcangiolese.