Sabato 24 Agosto03:09:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, per Alimi discorso chiuso. Il ds D'Agnelli: 'Lo sostituiremo in maniera adeguata'

Mercoledì potrebbe essere annunciato un portiere under. Tre profili per il centrocampista d'esperienza

Sport Rimini | 19:59 - 06 Agosto 2019 Il centrocampista Isnik Alimi non farà parte del Rimini di Renato Cioffi Il centrocampista Isnik Alimi non farà parte del Rimini di Renato Cioffi.


Mister Renato Cioffi (e adesso anche la società) lo vorrebbe per dare sostanza e centimetri al centrocampo, ma la strada è difficile da percorrere, anzi impossibile. Dopo che è mutato il quadro di riferimento (il ds è D’Agnelli e non più Cangini, il tecnico è Cioffi e non più Petrone) e la società ha cambiato le carte in tavola (non intende confermare gli accordi precedentemente sottoscritti, vale a dire il contratto triennale), Alimi aspetta la chiamata giusta e il via libera dalla società che, da parte sua, ha bisogno di liberare una casella dei sei prestiti come da regolamento (Santopadre, Silvestro, Alimi, Ventola, Zamparo, Petrovic) per attingere al mercato degli under da valorizzare.
E allora? Il ds D’Agnelli, a Milano per due giorni (ritornerà in tempo per la amichevole di Verucchio), assicura di avere un paio di colpi in canna. Mercoledì potrebbe essere annunciato il portiere under che si giocherà con Scotti la maglia da titolare. Due i profili che si stanno seguendo: un giocatore Primavera e uno in forza ad un club di serie D. Per il centrocampista, si stanno seguendo tre profili – spiega D’Agnelli –: sui 25-30 anni, con esperienze ciascuno nei tre gironi di serie C, per caratteristiche fisiche e tecniche simili ad Alimi. “Un giocatore che non possiamo sbagliare e che deve essere di gradimento del mister con cui sono in costante contatto” dice D’Agnelli. In più si sta seguendo una mezzala giovane di un club di serie A e B.
E qui si apre il discorso sugli under.  “Cercheremo di far giocare almeno tre under seguendo l'indicazione della società, per questo l’intenzione è di averne in rosa otto-dieci. L’idea iniziale era portiere, uno dei due esterni e un centrocampista, ora vedremo come le nostre esigenze si concilieranno con quelle del mercato”. Per il momento il numero degli under in rosa è limitato e forse con una certa leggerezza ci si è liberati di almeno un paio tra Urso, Viti, Cavallari che numericamente avrebbero fatto comodo nel completare il pacchetto.
Intanto Riccardo Casini si è ormai accasato alla matricola Arzignano. Per Andrea Brighi sempre vivo il discorso con il Cattolica Sm mentre per quanto riguarda il tecnico Mario Petrone, il suo legale Di Cintio è al lavoro per rescindere il contratto: con le mani libere potrà valutare eventuali offerte di suo gradimento.
ste.fe.