Gioved 19 Settembre22:25:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Boom affitti brevi per la vacanza, una grande opportunità per il turismo dell'entroterra

Ne è convinto l'assessore del Comune di Rimini Brasini che analizza i dati sugli affitti pubblicati dal Sole 24 Ore

Turismo Rimini | 12:56 - 05 Agosto 2019 Il portale Airbnb Il portale Airbnb.

In una nota l'assessore del Comune di Rimini, Gianluca Brasini, analizza il boom delle locazioni brevi. Secondo dati riportati dal Sole 24 Ore, in Provincia di Rimini si registrano 2471 annunci, con un'incidenza di 12,9 annunci ogni mille abitanti (superiore al dato nazionale che si ferma a 11,9): il numero più alto dopo la Provincia di Bologna.  A Rimini in quattro anni si è passato da 50 operatori, che hanno messo sul mercato case e appartamento per affitti turistici e locazioni brevi, ai 329 attuali, sei volte tanto. "Una tendenza che ci ha spinto a siglare già lo scorso anno tra i primi in Italia accordi con i principali portali di affitti brevi per agevolare il riversamento dell'imposta di soggiorno e definire regole comuni e certe per le nuove forme di ospitalità e per le strutture turistiche di tipo tradizionale, che si confermano comunque come principale offerta per i nostri turisti", spiega l'assessore Brasini. Ma a Rimini, secondo l'assessore, si tratta di un'offerta ricettiva ancora marginale rispetto alla tradizionale offerta alberghiera ed extra-alberghiera, tenendo conto che sempre più strutture ricettive – in particolare residenza turistiche alberghiere – commercializzano i propri appartamenti attraverso canali di home sharing. Come capoluogo di Provincia, Rimini occupa una fetta sul mercato delle locazioni brevi pari al 46%. "Oltre la metà degli annunci interessi le zone extracapoluogo, quindi non solo gli altri comuni della costa ma anche l'entroterra. Il nostro territorio si contraddistingue per borghi medievali, bellezze paesaggistiche uniche, una ricchezza di storia e di bellezza sempre più apprezzata dai visitatori italiani e stranieri. La formula delle locazioni brevi si presta particolarmente a questa tipologia di cittadini temporanei che vogliono vivere un'esperienza a 360 gradi, calandosi interamente nella realtà in cui hanno scelto di passare il loro tempo libero", è l'analisi in merito dell'assessore Brasini, secondo cui attraverso una cornice di "regole chiare e definite, Airbnb e simili possano rappresentare una ulteriore spinta alla crescita e alla valorizzazione del potenziale turistico del nostro entroterra".

I dati di Airbnb delle province dell'Emilia Romagna (fonte Sole 24 Ore)


Rimini

2.471 annunci

12,9 incidenza ogni 1000 abitanti

46,1% annunci nel capoluogo

Forlì Cesena

880 annunci

4,2 incidenza ogni 1000 abitanti

28,1% annunci nel capoluogo

Ravenna

1.313 annunci

5,6 incidenza ogni 1000 abitanti

55,7% annunci nel capoluogo

Bologna

5.015 annunci

8,8 incidenza ogni 1000 abitanti

77,1% annunci nel capoluogo

Modena

1.040  annunci

2,7 incidenza ogni 1000 abitanti

42,2% annunci nel capoluogo

Parma

984 annunci

3,7 incidenza ogni 1000 abitanti

57,2% annunci nel capoluogo

Piacenza

450 annunci

2,4 incidenza ogni 1000 abitanti

26,7% annunci nel capoluogo

Reggio Emilia

562 annunci

2 incidenza ogni 1.000 abitanti

34,5% annunci nel capoluogo