Luned́ 16 Settembre06:08:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO Lungo applauso per arrivo del Presidente Mattarella al Teatro Galli Rimini

Presidente: "Emozione essere a Teatro Galli a ascoltare Muti"

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 07:03 - 04 Agosto 2019 Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ospite d'onore dell'apertura della Sagra Musicale Malatestiana Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ospite d'onore dell'apertura della Sagra Musicale Malatestiana.

Un lungo applauso ha accolto, al Teatro 'Galli' di Rimini, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ospite d'onore dell'apertura della 70/a edizione della Sagra Musicale Malatestiana affidata alle note de 'Le Nozze di Figaro', opera mozartiana diretta dal Maestro Riccardo Muti e che guiderà dal podio l'orchestra giovanile 'Cherubini'. Atteso dal sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, e dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, prima dell'ingresso in sala, il Capo dello Stato - accompagnato dall'assessore comunale alla Cultura, Giampiero Piscaglia - si è trattenuto per qualche minuto negli spazi del 'Bar del Grifone' dove - dopo aver incontrato in forma privata il Maestro Muti - ha sottoscritto il Libro degli Ospiti del Teatro. Poi i saluti di Bonaccini e Gnassi e l'inno nazionale diretto dal Maestro Muti.


SINDACO INVITA MATTARELLA A APERTURA MUSEO FELLINI "Il Museo internazionale dedicato a Federico Fellini, sarà pronto l'anno prossimo e all'apertura confidiamo di potere contare ancora sulla sua pazienza e quindi sulla sua presenza". Così, salendo sul podio del Teatro 'Galli' il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi ha invitato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella - ospite d'onore all'apertura della 70/a edizione della Sagra Musicale Malatestiana - a tornare nella città romagnola anche il prossimo anno. "Abbiamo scelto di investire sul nostro presente e sul nostro futuro investendo ancora sul mare - ha aggiunto -, oggi con il più grande progetto di risanamento ambientale e della riqualificazione urbana della marina che il Paese conosce". Dopo aver raccontato la storia del Teatro, ristrutturato e re-inaugurato lo scorso 28 ottobre dopo oltre 75 anni, Gnassi ha ricordato come la città stia investendo nella cultura. "Rimini non è perfetta - ha detto Gnassi - non è arrivata, è in cammino. Se in fondo due italiani su tre ci sono venuti e se due esteri su quattro la conoscono, è perché il senso di libertà, l'apparente spensieratezza ha fondamenti solide nella bellezza". Nella sala riminese ha poi preso la parola il presidente della Regione, Stefano Bonaccini che ha ricordato come la "via Emilia fosse nata per separare e poi è diventata una grande infrastruttura commerciale". Ma è stata la musica la protagonista anche dell'intervento del presidente della Regione che ha ricordato come "pochi anni fa l'Emilia-Romagna sia stata la prima e unica regione a dotarsi di una legge e che a sostegno di questa investe ogni anno un milione di euro". Poi Bonaccini ha chiesto un grande applauso per l'Orchestra Cherubini e Riccardo Muti. "Per noi la musica è vita - ha detto - e continueremo a farla.


"EMOZIONE ESSERE A TEATRO GALLI ED ASCOLTARE MUTI "E' una grande emozione essere stasera in questo meraviglioso teatro restaurato e riaperto ad ascoltare un maestro come Riccardo Muti". Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha salutato il pubblico seduto in sala al Teatro 'Galli' di Rimini, in occasione dell'apertura della 70/a edizione della 'Sagra Musicale Malatestiana' che vede il Maestro Riccardo Muti, dirigere l'orchestra giovanile 'Cherubini' ne 'Le Nozze di Figaro' di Wolfgang Amadeus Mozart. Il Teatro 'Galli' è stato riaperto e re-inaugurato lo scorso 28 ottobre dopo oltre 75 anni dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale che devastarono grossa parte della struttura ideata e progettata dall'architetto Luigi Poletti e aperto originariamente nel 1857.

MUTI A MATTARELLA "La sua presenza presidente sottolinea l'importanza della cultura in un mondo dove i luoghi della cultura e dello spirito stanno sparendo o diminuendo molto". Così il Maestro Riccardo Muti - dopo avere diretto l'orchestra giovanile 'Cherubini' ne 'Le Nozze di Figaro' al Teatro 'Galli' di Rimini - ha salutato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ospite d'onore dell'apertura della 70/a edizione della 'Sagra Musicale Malatestiana'. Il Capo dello Stato che al termine del concerto ha fatto ritorno a Roma avrebbe dovuto essere ospite al 'Galli', il 10 dicembre scorso, per assistere al 'Simon Boccanegra' di Giuseppe Verdi diretto da Valery Gergiev ma la sua visita venne annullata in segno di rispetto per le vittime della strage di Corinaldo "Da tempo - ha osservato Muti - sogno un'Italia dove ogni città abbia un teatro a disposizione non solo per le compagnia affermate ma anche per i giovani che possano esprimere nuove idee in un mondo che si sta rincitrullendo". Fatti i complimenti ai giovani dell'orchestra 'Cherubini', il Maestro ha poi definito il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, un giovane molto brillante "ma ha più capelli bianchi di me: questi sono i miei, non li tingo", ha aggiunto scherzando prima di salutare il pubblico e il presidente Mattarella di ritorno nella Capitale.


Intervista al presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini di Maria Assunta (Mary) Cianciaruso

ASCOLTA L'AUDIO