Giovedý 19 Settembre21:55:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione, apertura provvisoria del sottopasso viale Ceccarini a pedoni e ciclisti

E' completamente fruibile attraverso i collegamenti tra le due parti, sopra e sotto la ferrovia

Attualità Riccione | 14:09 - 03 Agosto 2019 Assessore Lea Ermeti nel sottopasso di Viale Ceccarini Assessore Lea Ermeti nel sottopasso di Viale Ceccarini.

Da sabato 3 agosto è stata disposta l’apertura provvisoria del sottopasso di viale Ceccarini- via Dei Mille in modo da essere completamente fruibile attraverso i collegamenti tra le due parti, sopra e sotto la ferrovia. Dotato di pannellature temporanee, nuova pavimentazione e corrimani, il sottopasso è direttamente accessibile ai pedoni tramite una rampa a scale, posta lato Rimini sul marciapiede antistante il ristorante Kalamaro, ed una seconda rampa ciclopedonale, lato Cattolica nel parco Giovanni Paolo II, con una pendenza agevole, sia per condurre comodamente biciclette a mano, che per le persone a limitata funzione motoria con l’eliminazione di ogni barriera architettonica.

Nelle pareti del sottopasso, da sabato direttamente percorribile, sono state allestite delle gigantografie che riproducono il nuovo arredo.

“Desidero ringraziare le maestranze ed il personale dell’assessorato ai lavori pubblici che hanno permesso la realizzazione dell’opera dal punto di vista strutturale - commenta l’assessore ai lavori pubblici Lea Ermeti -  per arrivare alla apertura odierna del sottopasso. Ringrazio inoltre gli operatori e i residenti della zona interessati dai lavori per i disagi sostenuti. Tra fine settembre ed ottobre procederemo alle ultime finiture architettoniche consistenti nel completamento dell’arredo, visivamente molto bello, con rivestimenti in legno di qualità, nuova illuminazione e l’inserimento di una nicchia di fondale in cui verrà collocata la statua di Maria Boorman Ceccarini con lo sguardo rivolto verso il mare. Il sottopasso, considerata la collocazione pregiata per il collegamento del principale asse commerciale della città, diventerà la nuova porta d’ingresso tra la zona mare e quella sopra la ferrovia nell’ambito di un ridisegno complessivo ed armonico dell’area”.