Mercoledž 21 Agosto22:42:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, domenica la sfida di Coppa Italia col Cesena al Neri. Ferrani e Gerardi out

Il tecnico Cioffi: 'Partita importante, ma è solo una tappa'. Campionato: si gioca senza under?

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 12:51 - 03 Agosto 2019 Il tecnico del Rimini Calcio Renato Cioffi Il tecnico del Rimini Calcio Renato Cioffi.

 
Esordio stagionale per il Rimini Calcio domenica alle 18,30 allo stadio Romeo Neri. Una partita particolare: c’è il derby contro il Cesena. La squadra di Renato Cioffi si presenta senza il difensore Ferrani (si conta di recuperarlo per l’esordio di campionato) e l’attaccante Gerardi, uno dei volti nuovi.
Il tecnico biancorosso si dice soddisfatto del lavoro svolto in ritiro. “La squadra sta bene fisicamente a parte qualche acciacco del tutto normale in questa fase, ha lavorato al meglio. I vecchi hanno accolto bene i nuovi, si è creato un buono spirito e questo è importante per ottenere risultati. Abbiamo fatto solo un’amichevole contro le cinque del Cesena e dunque siano più indietro rispetto al nostro avversario, ma questo tipo di partite regalano motivazioni da sole. Ci teniamo a fare bella figura”.
Cosa si aspetta dalla partita?
“Che la squadra sia in grado di reggere a livello fisico, che sia compatta, che esprima l’idea di gioco su cui abbiano lavorato (3-5-2 il modulo), che abbia voglia di fare risultato, che faccia vedere una identità. Non vorrei caricare di troppi significati questa sfida, dobbiamo restare tranquilli e sereni. Chiedo ai tifosi di aspettare prima di giudicare, lasciateci il tempo di lavorare e poi giudicherete. Al campionato mancano venti giorni”.
Mister Cioff, cosa manca per completare la rosa?
“Un centrocampista che abbia centimetri e dia fisicità al reparto. Poi vedremo”.
Il progetto prevedeva almeno tre under in campo per accedere ai contributi? E’ ancora valido?
“Se saremo nelle condizioni di poterli schierare lo faremo anche perché numericamente siamo stretti negli under, ma non deve essere un obbligo. Gioca chi merita. Ne ho parlato anche col presidente".
Sei attaccanti in rosa. Non sono troppi?
“Hanno caratteristiche diverse anche nell’ottica di un cambio di modulo e comunque di attaccanti meglio averne. Si guadagneranno sul campo lo spazio che meritano”.
Lei ha voluto il difensore over Picascia del Pomigliano, serie D. Che può dire di lui?
“Ha già fatto la serie C, lo conosco bene e avendolo portato qui  so di avere i fari puntati addosso, ma anche quello che può dare. Ha il veleno addosso, ha temperamento, tecnica, può giocare in più ruoli. Credo molto anche nel difensore Scappi”.
L'impatto sul sintetico?
"Ho vinto due campionati, mi porta bene. Ma il manto del Neri come ho già detto al mio arrivo è messo male. Serve un intervento di manutenzione altrimenti si rischiano infortuni".
La probabile formazione: Scotti; Nava, Boccaccini, Finizio; Picascia, Palma, Cigliano (Van Ransbeeck), Candido, Silvestro; Zamparo, Arlotti.
ste.fe.

ASCOLTA L'AUDIO