Sabato 24 Agosto02:59:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Oltre 200 mila passeggeri sono atterrati o decollati dall'aeroporto Fellini di Rimini

Premiata la scelta di incrementare i collegamenti tra la riviera con l'est Europa. Luglio mese record

Attualità Rimini | 17:48 - 02 Agosto 2019 Una veduta dell'aeroporto di Rimini Una veduta dell'aeroporto di Rimini.

Una stagione “Summer” iniziata all’insegna del segno “più” per l’Aeroporto “Federico Fellini”. Da aprile i passeggeri che hanno transitato per lo scalo riminese sono stati 182.100, di cui 180.656 commerciali e 1.444 generali, registrando quindi un incremento del +26,7% rispetto ai primi 4 mesi della “Summer 2018”.
Dall’inizio dell’anno i passeggeri complessivi sono stati invece 205.584, cui 203.889 commerciali (+20%) e 1.695 generali, registrando un incremento rispetto allo stesso periodo del 2018 pari al +19,7%.
 
Federazione Russa: continua ad essere il primo mercato con circa il 54,4% del totale. La crescita rispetto all’anno precedente del + 11% va collegata ai voli della Ural Airlines che sono tornati a Rimini dopo essersi spostati a Bologna e soprattutto alla nuova linea Rimini Mosca di Pobeda - Gruppo Aeroflot che ha iniziato a volare da questa estate con 4 voli settimanali e ha comunicato che continuerà anche in inverno con 3 voli settimanali.

Polonia: diventa il secondo mercato con il 12,7% e registra un incremento rispetto allo stesso periodo 2018 di circa il 105,5%. Questo va collegato all’incremento dei voli Ryanair che quest’anno vola oltre che da Varsavia anche da Cracovia, arrivando complessivamente a 4 voli settimanali.

Ucraina: diventa il quarto mercato (dopo l’Albania che ha prevalentemente traffico etnico) con il 6,% con un incremento rispetto allo stesso periodo 2018 di circa il 31,4%. Questo grazie ai voli Skyup che collegano Kiev, Odessa e Charkiv con 4 voli settimanali.

Da questi ultimi dati si evidenzia, oltre ad una crescita importante nei mesi estivi del 2019, una chiara stabilizzazione dei livelli raggiunti nei periodi estivi grazie alla regolarità dei voli di linea. Questo è maggiormente chiaro dalla rappresentazione grafica. 

Il mese di luglio 2019 è risultato il mese record della gestione AIRiminum 2014 con 64.627 passeggeri e 204 voli. Tale record supera quello precedente registrato nello scorso giugno con 60.056 passeggeri. Tali livelli cominciano ad essere interessanti considerando che nello stesso periodo di giugno gli aeroporti vicini dell’Adriatico di Ancona e Pescara hanno registrato rispettivamente 50.636 passeggeri e 70.366 passeggeri. Ad agosto con 221 voli ci si attende di registrare il nuovo record.