Gioved 22 Agosto02:58:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Falsi ordini, truffatori si spacciavano per responsabili di Leonardo Spa: denunciati due riminesi

Truffa a società per acquistare materiali in lega d'acciaio, utilizzando anche un sito internet

Cronaca Rimini | 19:13 - 01 Agosto 2019 Guardia di Finanza, foto di repertorio Guardia di Finanza, foto di repertorio.

Ordinavano prodotti ad alta tecnologia a nome di Leonardo Spa, utilizzando anche un sito internet e delle caselle mail con il logo della società, ma con la ex Finmeccanica non avevano nulla a che fare. E' la truffa messa in piedi da due italiani di 58 e 46 anni residenti in provincia di Rimini denunciati dalla Guardia di Finanza per truffa, sostituzione di persone e accesso abusivo a sistema informatico. L'indagine è partita da una denuncia presentata da Leonardo stessa dopo aver ricevuto una serie di richieste di pagamento da alcune società per ordini che però in realtà non erano mai stati effettuati. Le verifiche dei militati del Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche hanno permesso di accertare che i due avevano prima creato un sito internet identico a quello ufficiale di Leonardo Spa, appoggiato su un server in Danimarca, e poi hanno cominciato a contattare una serie di società alle quali chiedevano i preventivi per materiali in lega d'acciaio altamente costosi. Una volta perfezionato l'acquisto (solo in un caso non andato a buon fine), spacciandosi per direttore commerciale o responsabile acquisti di Leonardo Spa, i due truffatori si facevano consegnare la merce in dei capannoni industriali in provincia di Lodi. Nel corso di una perquisizione disposta dalla procura di Roma, che ha coordinato le indagini, i finanzieri hanno recuperato anche un telefono e una sim utilizzata per il funzionamento e la gestione dei numeri Voip dati dai truffatori come contatto della Leonardo S.p.a. In sostanza, i due potevano gestire una serie di chiamate in entrata e uscita da rete mobile spacciandole per conversazioni da rete fissa. In questo modo i clienti che chiamavano il numero erano convinti di parlare con gli uffici di Leonardo Spa.