Mercoled 23 Ottobre08:23:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, una farfalla sulla rotonda per celebrare il passaggio dei sette comuni dell'Alta Valmarecchia

La rotonda in località Gualdo in via Marecchiese sarà arredata con la "farfalla" simbolo del comitato UnaValmarecchia, la cerimonia sabato 3 alle 18

Attualità Verucchio | 10:31 - 01 Agosto 2019 La rotonda che verrà arredata con la "farfalla" di Unavalmarecchia La rotonda che verrà arredata con la "farfalla" di Unavalmarecchia.

Sono passati 10 anni dall'entrata in vigore della legge che ha permesso il passaggio dei sette comuni dell'Alta Valmarecchia dalle Marche all'Emilia Romagna.  Era il 3 agosto 2009 quando la legge n. 117 sancì lo storico ingresso in provincia di Rimini di Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli,  Sant'Agata Feltria, Talamello e San Leo. L'associazione Terre dei Malatesta e dei Montefeltro, nata dal movimento referendario “Unavalmarecchia”,  intende ricordare e celebrare la ricorrenza sabato 3 agosto alle 18. L'appuntamento è alla rotatoria della via Marecchiese a Verucchio in località Gualdo al bivio per San Marino (Torello km 69+980). L'associazione ha ottenuto dalla provincia di Rimini l'autorizzazione ad arredare l'isola centrale della rotatoria con il logo della farfalla simbolo di “Unavalmarecchia”.  All'appuntamento sono stati invitati gli amministratori dei comuni coinvolti, i due firmatari della Legge Gianluca Pini e Sergio Pizzolante, l'ex consigliere regionale Marco Lombardi e il consigliere regionale Giorgio Pruccoli, il presidente della Provincia di Rimini e tutti i cittadini interessati. Dopo la cerimonia si terrà un aperitivo presso il Vision Bar in via degli Aceri 14 a Gualdicciolo.

“Un brindisi per festeggiare questa importante ricorrenza che speriamo di poter fare anche con i 'cugini' di Sassofeltrio e Montecopiolo che proprio oggi (giovedì) vivranno la votazione in Senato del loro passaggio in Emilia Romagna” dice Settimio Bernardi dell'associazione Terre  dei Malatesta e dei Montefeltro “sarebbe davvero bellissimo poter festeggiare tutti insieme una ricorrenza così importante e un obiettivo finalmente raggiunto”.