Domenica 17 Novembre07:52:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Strade percorsi ciclopedonali più sicuri grazie ai fondi della Provincia: apre il bando per i piccoli Comuni

Il consiglio di ieri ha approvato a maggioranza anche l’assestamento di bilancio

Attualità Rimini | 12:26 - 31 Luglio 2019 La sede della provincia di Rimini La sede della provincia di Rimini.

Sistemare strade comunali con pertinenze o percorsi ciclopedonali oggi si può, grazie ai fondi provinciali. Si tratta di un fondo di 500 mila euro messi a disposizione dei Comuni con meno di 5 mila abitanti, che potranno chiedere l’assegnazione dei contributi alla Provincia di Rimini tramite apposita domanda. Gli interventi finanziabili sono quelli di messa in sicurezza di strade comunali di collegamento e intersezione con la rete viaria provinciale, e loro pertinenze, o di percorsi ciclopedonali in prossimità della viabilità provinciale.

A metà anno il monitoraggio delle risultanze contabili evidenzia il rispetto degli equilibri di bilancio. Siamo nell’ambito di un contesto generale che vede progressivamente tornare l’Ente ad una situazione di quasi normalità, infatti il bilancio di previsione che andrebbe approvato entro il 31/12 dell’anno precedente, quest’anno è stato approvato in marzo – quindi notevolmente prima di quanto i tagli imposti dal Governo a partire dal 2015 abbiano consentito di fare fino all’anno scorso - e nella sua formulazione di bilancio pluriennale, altra novità rispetto al recente difficilissimo passato.

Qualche considerazione e numero interessanti: quanto alle entrate, la dinamica di quelle in conto capitale ha beneficiato quest’anno della possibilità di contare sui contributi di Stato e Regione per investimenti su strade e scuole, passando dai 2,17 milioni del 30 giugno 2018 agli 8,6 del 30 giugno 2019; a fronte di un mercato italiano dell’auto in flessione nel primo semestre (-3,5% le vendite), si registra nella provincia di Rimini una sostanziale tenuta degli incassi dell’Ipt; per questo esercizio finanziario non è previsto il ricorso all’indebitamento per il finanziamento degli investimenti. Quanto alle spese al 30 giugno, quelle in conto capitale passano dai 5,5 milioni del 2018 ai 12 milioni di quest’anno, un segnale forte e chiaro di come l’Ente stia tornando ad investire sulle sue funzioni fondamentali (nel primo semestre in particolare sulle strade).

Sempre a maggioranza il consiglio ha approvato il rinnovo della convenzione tra la Provincia, la Regione e Arpae per lo svolgimento di funzioni amministrative fondamentali in materia ambientale, in attuazione della L.R. n. 13/2015. Infine sono state approvate le modifiche alle disposizioni per la concessione in uso temporaneo delle sale provinciali.