Luned 16 Settembre17:03:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Verucchio nasce la Consulta dello sport per coordinare manifestazioni, iniziative e attività

La scelta è stata presa in seno all'ultimo consiglio comunale, dove si è parlato anche di vaccini

Attualità Verucchio | 15:40 - 30 Luglio 2019 La seduta di lunedì 29 luglio del consiglio comunale di Verucchio La seduta di lunedì 29 luglio del consiglio comunale di Verucchio.

Il consiglio comunale di Verucchio nella seduta di lunedì 29 luglio ha istituito ufficialmente la Consulta allo Sport, un organismo di importante supporto al consiglio comunale, alla giunta e all’intero territorio per relazionarsi con l'ente nella definizione delle scelte in materia di politiche dello sport, promuovendo anche la trasversalità degli interventi fra i vari assessorati. Favorirà il raccordo fra le associazioni sportive e l’amministrazione, agevolando lo scambio di informazioni e conoscenze. Elaborerà progetti e promuoverà iniziative avvalendosi della collaborazione dei nostri servizi e promuoverà rapporti con le associazioni sportive locali e di altri territori. Migliorerà infine i processi di partecipazione allo sport da parte della cittadinanza e, a cadenza annuale, relazionerà poi la sua attività proprio qui al consiglio comunale”. La delibera è stata approvata all’unanimità.

La seduta si è aperta con la premiazione di alcuni sportivi distintisi durante la stagione 2018-2019. “Un momento pubblico che speriamo sia il primo di una lunga serie a riconoscimento dei successi dei nostri sportivi” ha commentato la sindaca Stefania Sabba.
 
Voto unanime che anche l’atteso ordine del giorno sui vaccini presentato dalla lista di minoranza Verucchio Domani e illustrato dal capogruppo Christian Maffei. Il documento forniva tutti i riferimenti normativi in materia e chiedeva all’amministrazione come intendesse comportarsi con chi non si trovi in regola con gli obblighi vaccinali. La sindaca Stefania Sabba prima, le assessore alla sanità Eleonora Urbinati e alla scuola Sabrina Cenni poi hanno ribadito all’unisono la posizione del Comune ringraziando per la possibilità di fare chiarezza sul tema.
L’amministrazione ha sempre seguito, segue e seguirà ogni dettame normativo. In merito alla richiesta di emissione di ordinanza sindacale ai sensi dell’articolo 50 del TUEL il sindaco ha rassicurato che, qualora sussistessero i presupposti, provvederà senza esitazione precisando inoltre di aver formulato a tal scopo apposita richiesta all’Ausl. Perché è questo che deve fare un Comune. A oggi c’è un solo bimbo non in regola con gli obblighi vaccinali fra quelli che chiedono l’iscrizione al nido Grillo Parlante, unica scuola di competenza comunale, per il quale è stata già avviata la procedura prevista. “Ben venga quindi un ordine del giorno su questo tema tanto sentito, ordine del giorno di cui non solo vogliamo fare parte ma che vogliamo rendere nostro con alcuni emendamenti che rafforzano la nostra posizione politica” hanno spiegato Linda Piva prima di dare lettura degli emendamenti proposti dal  gruppo di maggioranza. Una breve sospensione per un confronto dei testi fra i capigruppo e alla fine l’ordine del giorno come emendato è stato approvato all’unanimità dal consiglio comunale.