Venerdý 13 Dicembre05:53:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini e Riccione si preparano ad affrontare il 5G: pronte le modifiche ai regolamenti comunali

L'arrivo della nuova tecnologia è salutato da dubbi e timoni per la salute delle persone esposte

Attualità Rimini | 14:52 - 26 Luglio 2019 Un'antenna di ricetrasmissione dati (foto da internet) Un'antenna di ricetrasmissione dati (foto da internet).

Raccolta dati, informazione e comunicazione: sono i tre step condivisi dall’amministrazione di Rimini con esperti e associazioni in merito a fenomeno dell’elettromagnetismo e in particolare alla nuova tecnologia 5g, che tanto sta preoccupando i cittadini del territorio. Tra gli argomenti discussi tra l’assessore all’ambiente Anna Montini, alcuni tecnici del comune, i rappresentanti di Federconsumatori e l’esperto Fausto Bersani, «la possibilità di introdurre modifiche al regolamento per aumentare la tutela dei siti sensibili come scuole, centri sanitari e assistenziali». Il comune si sta inoltre attrezzando per fare un monitoraggio delle condizioni di fondo, dopo che dall’ultima rilevazione sono passati ormai otto anni, nonostante le rilevazioni periodiche di Arpae, che al momento non ha autorizzato la copertura del territorio e ci sono notizie contrastanti sugli attuali limiti elettromagnetici imposti dal governo, che potrebbero essere rivisti al rialzo.

Per parte sua, nell’ultimo consiglio comunale il comune di Riccione si è impegnato ad aggiornare l’attuale regolamento comunale per l’installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile. Una misura necessaria ad assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e a minimizzare l’esposizione dei cittadini ai campi elettromagnetici. Verrà promosso inoltre un tavolo tecnico sanitario-ambientale per monitorare le ripercussioni dei campi elettromagnetici. (f.v.)