Giovedý 22 Agosto02:52:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: padre e figlia minorenne arrestati per spaccio, consegnavano coca a domicilio

Sequestrati svariati grammi di cocaina ed hascish, tutto il materiale per il confezionamento e una pistola priva di tappo rosso

Cronaca Rimini | 14:12 - 25 Luglio 2019 Cocaina, foto di repertorio Cocaina, foto di repertorio.

Affari illegali di famiglia. Da tempo gli investigatori della squadra mobile sospettavano che un uomo, un 49enne nato in Campania ma residente a Rimini, fosse dedito all’attività di spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo una serie di appostamenti e pedinamenti, un paio di giorni fa gli agenti lo hanno visto giungere presso un esercizio commerciale a bordo di uno scooter unitamente ad una ragazza, accertato poi essere la figlia minorenne dell’uomo e, una volta entrato nell’esercizio, parlottare con il titolare. Sospettando che fosse in atto uno scambio di droga, sono quindi intervenuti e dopo una rapida perquisizione hanno rinvenuto sul bancone dell’esercizio, occultate dentro un recipiente, due dosi di sostanza rivelatasi essere cocaina.

Interrogato, il titolare dell’esercizio ha dichiarato che l’uomo era suo abituale fornitore di cocaina e che in quella circostanza la droga gli era stata consegnata, su ordine del padre, dalla figlia minorenne. Attesi gli esiti dell’intervento, gli agenti hanno deciso di estendere l’attività anche ai domicili e residenze conosciuti dei due, padre e figlia, perquisizioni che hanno permesso di rinvenire altra sostanza stupefacente del tipo cocaina ed hascisc per svariati grammi, un bilancino di precisione ed una riproduzione di pistola semiautomatica priva del tappo rosso, tutto materiale sottoposto a sequestro. Al termine degli accertamenti l’uomo e la figlia minorenne sono stati dichiarati in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti.