Giovedý 14 Novembre19:20:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Risparmio energentico, oltre 20 interventi di Hera in provincia di Rimini

Interventi che hanno permesso un risparmio annuo di circa 2400 tonnellate di petrolio

Attualità Rimini | 12:00 - 25 Luglio 2019 Risparmio energentico, oltre 20 interventi di Hera in provincia di Rimini

Mentre l’ONU rinnova gli allarmi sul cambiamento climatico e l’UE fissa i target per abbattere i gas serra, la multiutility conferma il proprio impegno nell’efficienza energetica e racconta i risultati raggiunti nell’ultima edizione del report ‘Valore all’energia’. Nel territorio di Rimini, risparmiate circa 2.400 t di petrolio equivalenti ed evitate 5mila t di CO2. Ai clienti domestici a mercato libero fornita solo energia rinnovabile. 

Proviamo a immaginare i consumi di 1,3 milioni di automobili che dal 2007 ad oggi abbiano percorso ogni anno 10 mila km. Il loro impatto sull’ambiente – pari a 1,7 milioni di tonnellate di CO2 - corrisponde a quello che il Gruppo Hera, nello stesso arco di tempo, ha evitato grazie a tanti progetti di efficientamento energetico, ben 635.

Tali progetti - al centro della nuova edizione del report Valore all’Energia della multiutility, disponibile online e presso gli sportelli clienti - non riguardano soltanto le attività e gli impianti del Gruppo ma in molti casi coinvolgono anche aziende del territorio e amministrazioni pubbliche. Il tutto senza dimenticare le famiglie con contratto a mercato libero, alle quali viene fornita energia proveniente al 100% da fonti rinnovabili, nonché una serie di strumenti pratici e intelligenti per monitorare e contenere i propri consumi.

20 interventi di efficientamento energetico nella sola area di Rimini

Ottime le performance di Hera sul territorio riminese: attraverso 20 interventi di efficientamento, infatti, la multiutility ha conseguito un risparmio annuo complessivo di circa 2.400 tonnellate di petrolio equivalenti, evitando l’emissione di quasi 5 mila tonnellate di CO2. Tra le azioni si ricorda la sostituzione dei compressori con macchine ad alta efficienza realizzata presso il depuratore di Riccione.

Ridotta del 16% l’impronta di carbonio nella produzione di energia elettrica e realizzati importanti progetti di riqualificazione dell’illuminazione pubblica

Anche a livello di Gruppo, del resto, Hera continua a lavorare a tutto campo per abbattere ulteriormente le emissioni di gas serra, in linea con l’obiettivo europeo di riduzione del 40% al 2030. 

“La situazione nella quale si trova il Pianeta non ammette soste sulla strada del cambiamento. - spiega l’Amministratore Delegato del Gruppo Hera Stefano Venier – Per questo motivo Hera, attraverso specifici piani di miglioramento energetico, intende proseguire il percorso intrapreso, continuando a misurare i risultati per traguardare obiettivi sempre più sfidanti, che ci aiutino a risparmiare e far risparmiare energia, tutelando l’ambiente e chi lo abiterà dopo di noi, in una logica tesa al coinvolgimento di cittadini, aziende e istituzioni. Certamente – conclude Venier - auspichiamo che vengano mantenuti fondamentali strumenti di incentivo quali i certificati bianchi, che hanno dimostrato di contribuire al raggiungimento di target importanti favorendo investimenti, partnership e innovazione, nell’interesse di tutte le parti in gioco e in coerenza con l’obiettivo di riduzione dei consumi fissato al 2030 dalla Strategia Energetica Nazionale.”