Giovedý 05 Dicembre20:59:29
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Commercio: in Regione tiene l'export, +1% nel primo trimestre

Cresce il settore delle macchine per il legno di Rimini (+8,1%)

Attualità Emilia Romagna | 12:50 - 22 Luglio 2019 Crescita dell'1% dell'export in Emilia-Romagna Crescita dell'1% dell'export in Emilia-Romagna.

Il primo trimestre del 2019 ha visto una crescita dell'1% dell'export in Emilia-Romagna, grazie alle performance positive di 14 dei 20 distretti. E' quanto emerge dall'analisi della Direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo: il dato fa seguito al +1,3% del 2018, grazie in particolare ai buoni risultati ottenuti dalla meccanica, in progresso del 3,8%. A trainare l'export sono i mercati maturi (+3,1%), grazie all'aumento delle vendite negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Giappone. Calano, invece, quelli nuovi (-3,1%): a pesare è lo stop verso Turchia, Iran, Russia e Sud Africa, non totalmente compensata dalla crescita in Cina e in Brasile. Per quanto riguarda la meccanica, crescono quasi tutti i distretti: le macchine utensili di Piacenza (+34,2%), l'imballaggio di Bologna (+9,9%), le macchine per il legno di Rimini (+8,1%), i Ciclomotori di Bologna (+4,8%), la meccatronica di Reggio Emilia (+2%), la Food machinery di Parma (+1,8%) e per l'industria ceramica di Modena e Reggio Emilia (+1%). Risultano invece in calo le Macchine agricole di Modena e Reggio Emilia (-15,6%). Buone indicazioni anche dall'alimentari: segno più per il Lattiero-caseario di Reggio Emilia e Parma (rispettivamente +15,2% e +2,2%) e l'Ortofrutta romagnola (+9,2%). "Possiamo considerare l'andamento dell'export dei distretti un affidabile termometro sullo stato di salute dell'economia regionale", sottolineaa Tito Nocentini, direttore regionale di Intesa Sanpaolo: "Dallo studio emerge come, nonostante le condizioni di accesso al credito continuino ad essere favorevoli, le aziende emiliano-romagnole non siano immuni dalle tensioni commerciali internazionali", ma "ciò nonostante, l'Emilia-Romagna continua a porsi all'avanguardia nel panorama imprenditoriale nazionale con ben 14 distretti su 20 che hanno chiuso il periodo gennaio-marzo 2019 in crescita".