Luned́ 14 Ottobre08:43:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, traffico di cuccioli dalla Slovacchia, in carcere in Italia i tre principali indagati

Operazione Luxury Dog: madre, figlio e marito italiano responsabili di traffico illecito di animali

Cronaca Rimini | 11:47 - 22 Luglio 2019 Una foto dei cuccioli sequestrati nell'operazione Luxury Dog Una foto dei cuccioli sequestrati nell'operazione Luxury Dog.

Erano specializzati nell'importazione illecita di animali da compagnia quali Bulldog francesi e Barboncini toy. Sono due gli indagati nell'operazione "Luxury Dog", O.A. 54enne slovacca e il figlio S.J. 33enne, ritenuti al vertice dell'associazione a delinquere finalizzata a portare dalla Slovacchia in Italia cuccioli da allevamenti abusivi, pagati al fornitore tra i 30 e i 100 euro ma rivenduti tra i mille e i 1800 anche con falsi pedigree all'occorrenza, facendo lievitare i profitti di un anno attorno al milione di euro. Ad aiutarli c'era anche il marito italiano di lei: risultano essere stati coinvolti in 116 reati di questo tipo.
Colpiti da mandato di arresto europeo emesso dal gip del tribunale di Rimini Vinicio Cantarini, erano stati arrestati proprio in Slovacchia nel febbraio scorso e ora sono stati consegnati alle autorità italiane dal personale del servizio cooperazione internazionale di Polizia. Si trovano tutti e tre nel carcere di Rebibbia

L'operazione era scattata alle prime ore del 5 febbraio ed aveva visto impegnate oltre 50 unità della Polizia con le squadre mobili di Milano, Alessandria, Bergamo, Savona, Napoli, più 30 poliziotti della Repubblica Slovacca. Erano stati recuperati oltre cento cuccioli che, dopo essere stati curati, erano stati affidati a famiglie disposte ad accoglierli e godono tutti in ottima salute.