Luned́ 16 Settembre17:23:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Secondo giorno di festa per il borgo di san Giovanni di Rimini

Ieri grande spettacolo con il video mapping sull'Arco di Augusto: oggi festa nel segno della tradizione

Eventi Rimini | 16:15 - 21 Luglio 2019 Un fotogramma del video mapping sull'arco di Augusto ieri sera a Rimini Un fotogramma del video mapping sull'arco di Augusto ieri sera a Rimini.

L’arco di Augusto ha visto passare imperatori, regnanti, battaglie, generazioni ed epoche intere. Ma ancora non aveva visto il video mapping. La tecnica di proiezione di luce e video su superfici architettoniche permette di ricreare movimento, suggestioni e illusioni, giocando anche con rientranze e sporgenze delle pareti interessate. La tecnica è una suggestione assoluta, perché interagisce con i bordi della superficie scelta. La prima volta in cui l’arco si è vestito da tela di una proiezione del tutto nuova e originale è stato ieri sera durante la prima delle due giornate della 15esima Festa del borgo di san Giovanni, l’atteso appuntamento di metà estate che occupa e ravviva una delle vide principali di accesso al centro storico di Rimini.

Il programma di ieri sera è terminato con un bilancio assolutamente positivo, con centinaia di persone di tutte le età, molte anche da fuori città, transitate per via XX Settembre 1870.

Il programma di oggi è pensato per celebrare la tradizione di una festa che parla di tradizione. Alle 18.30 nella sala conferenze di palazzo Ghetti Davide Pioggia racconta i dialetti dei quattro borghi riminesi nell’incontro dal titolo “I borghi in dialetto”. Davide Pioggia è oggi, nel Riminese e non solo, il più dotato e generoso studioso delle parlate romagnole. Alle 21 nel cortile del palazzo verrà rappresentata “Stal Mami reloaded”, farsa underground in dialetto riminese di Liliano Faenza nell’originale ideazione di Fabio Bruschi con Lingua di Confine e Città Teatro. Lo spettacolo apre la speciale sezione dedicata alle lingue di confine ospitata all’interno della settantesima edizione della Sagra Musicale Malatestiana. Costo biglietto: € 10,00
Alle 17 visita guidata alla scoperta dei monumenti e della storia del borgo, dall’epoca romana all’Ottocento. Si parte dalla chiesa di San Giovanni Battista che custodisce importanti capolavori d’arte, tra i quali spicca “L’estasi di Santa Teresa” dipinta da Guido Cagnacci. Si concluderà al Ghetti, già fabbrica di fiammiferi dell’industriale Nicola Ghetti. Conduce Michela Cesarini (Discover Rimini), prenotazione consigliata al 333 7352877.

Alle 18.30 all’Arco d’Augusto si esibiscono “Gli Aironi”, Nomadi tribute band nata nel 2012 con Giancarlo Ronchi voce e chitarra acustica, Giulio Brazzini alle tastiere e voce, Daniele Montevecchi al basso ed alla voce, Mario Pari alle chitarra e cori e Stefano Ripa alla batteria. Alle 19 sul palco Tripoli si esibisce “InDanza Show Academy”, seguita dai Funkomatics, disco anni 70-80-90. Infine alle 21 sul palco di Augusto il concerto di Pop Deluxe con Cristina di Pietro, band a 360 gradi che spazia tra pop soul, revival anni Settanta e Ottanta, con sonorità Pop Dance ma anche rock all’occorrenza). Alle 22 la festa termina con l’estrazione della lotteria del commercio e delle imprese riminesi promossa da Zenta di Borg. Primo premio 1500 euro, secondo mille, terzo 500, tutti gli altri 100.