Luned́ 26 Agosto01:24:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Inizia lunedì 22 luglio il servizio porta a porta in zona ferrovia a Rimini

Coinvolte mille utenze per tutti i tipi di rifiuti

Attualità Rimini | 16:08 - 20 Luglio 2019 La raccolta porta a porta dei rifiuti (immagine Hera) La raccolta porta a porta dei rifiuti (immagine Hera).

Il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti domiciliari sta partendo anche in zona stazione a Rimini. Il nuovo sistema interesserà un migliaio di utenze nell’area compresa tra via del Giglio, la ferrovia, via Ferrari e delle Mimose. Verranno raccolti tutti i tipi di rifiuti: carta, plastica/lattine, vetro, organico e indifferenziato. Dal 31 luglio inizierà la graduale rimozione dei cassonetti. Da lunedì 22 luglio verranno raccolti a domicilio: l’organico 2 volte la settimana in inverno e 3 in estate, vetro una volta ogni quindici giorni in inverno e una in estate, mentre tutte le altre tipologie una volta alla settimana.
 
Il sistema domiciliare integrale è già attivo per oltre 14 mila utenze della zona turistica e prevede la raccolta a domicilio, in giorni e orari prestabiliti, di tutte le tipologie di rifiuti. Le modalità esatte del nuovo sistema di raccolta sono contenute nella guida-calendario distribuita "porta a porta" a tutte le utenze interessate, insieme al Rifiutologo e al materiale per agevolare la separazione dei rifiuti, dagli operatori incaricati da Hera, facilmente identificabili grazie al tesserino di riconoscimento.

Voluto fortemente dall’amministrazione comunale per migliorare ulteriormente le prestazioni ambientali e il rispetto dell’ambiente, permetterà di migliorare la percentuale di raccolta differenziata, avviando i rifiuti agli impianti di separazione, trattamento e recupero, dove verranno rilavorati per la realizzazione di nuovi prodotti.
 
Per agevolarle nella separazione dei rifiuti, alle utenze è stato consegnato un pratico kit differente in base alla tipologia dell’edificio: per quelli fino a 4 appartamenti sono previste pattumiere domestiche da 40 litri per indifferenziato, carta, plastica/lattine e vetro e da 25 litri per l’organico, tutte dotate di chiusura antirandagismo.
Per gli edifici da 5 appartamenti in su, si devono utilizzare i contenitori condominiali da 120/360 litri per ogni tipo di rifiuto, da tenere all’interno degli spazi di proprietà.