Domenica 25 Agosto04:12:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rissa a cinghiate con tentato strangolamento davanti al Conad di San Giuliano a Rimini: due condanne

Un anno al più violento, due mesi al secondo, ma la difesa si appellerà perché il reato stava per essere prescritto

Cronaca Rimini | 07:13 - 21 Luglio 2019 Lite per un parcheggio, foto di repertorio Lite per un parcheggio, foto di repertorio.

Rissa per un parcheggio, un giovane condannato a un anno l’altro a due mesi. La vicenda risale al 2011 e ha visto protagonisti ragazzi appena maggiorenni e un minorenne.  Due fidanzati riminesi (lei maggiorenne lui ancora no) stavano acquistando le sigarette dal distributore automatico davanti alla Conad di San Giuliano, in viale Tiberio a Rimini, quando hanno iniziato a discutere con gli altri due ragazzi (uno napoletano e uno abruzzese) per questioni di parcheggio. La lite è degenerata in una colluttazione: il napoletano si è accanito contro il ragazzino minorenne mentre la fidanzata veniva "placcata" vigorosamente dal giovane abruzzese.

NELL'UDIENZA DI GIOVEDÌ
Il primo è andato a processo per lesioni, il secondo per violenza privata. Al più violento è stata inflitta una pena di un anno (il giovane è già agli arresti in carcere a Rimini) più un risarcimento di 1500 euro. All’altro giovane, reo forse solo di aver compartecipato all’azione e di aver trattenuto la ragazza per impedirle di farsi del male, questa la teoria difensiva dell’avvocata Michela Tonti, è stata commisurata una pena di 2 mesi con la condizionale. Entrambi i reati andranno però in prescrizione tra un mese, pertanto si ricorrerà all’appello.