Luned́ 26 Agosto00:35:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Nuovo lungomare sud a Misano Adriatico, il Comune punta al finanziamento regionale

Il progetto costa 2,5 milioni di euro, la copertura potrebbe arrivare all'80 per cento

Attualità Misano Adriatico | 15:12 - 20 Luglio 2019 Rendering nuovo lungomare sud a Misano Adriatico Rendering nuovo lungomare sud a Misano Adriatico.

L’amministrazione comunale di Misano Adriatico ha presentato in Regione Emilia-Romagna il progetto per la riqualificazione del lungomare sud e dell’area di Portoverde, per candidarlo al bando a sostegno della "Promozione dell'innovazione del prodotto turistico e della riqualificazione urbana nel distretto balneare della costa emiliano-romagnola", che prevede finanziamenti per un importo complessivo di 20 milioni a sostegno della riqualificazione delle città costiere.
 
IL PROGETTO NEL DETTAGLIO

Realizzato da tecnici comunali, lo studio di fattibilità si inserisce nell’ambito del nuovo Piano Urbanistico Generale e individua come visione territoriale il superamento della frammentazione e la valorizzazione dei vuoti, per favorire lo sviluppo di una città-territorio dell’accoglienza e dello sport.
 
Saranno 4 le aree e interessate e gli ambiti di intervento del progetto di riqualificazione:

  • Lungomare Via D’Azeglio - Piazza Colombo
  • Sistemazione Giardini Piazza Colombo
  • Rotatoria incrocio Via Litoranea Sud-Via del Giglio
  • Rinaturalizzazione area a Verde pubblico attrezzato in via del Giglio
Il progetto di riqualificazione potrebbe avere circa un costo di 2,5 milioni di euro, di cui l’80 per cento a carico della Regione (qualora il progetto venisse ammesso bando).
L’area di Portoverde appare oggi isolata ma andrà così collegata alla porzione turistica centrale di Misano. Anche il camping di Misano sarà riqualificato, assicurando la permanenza dei “varchi a mare”, come previsto dal PTCP della Provincia di Rimini. Verrà quindi costruita una nuova infrastruttura verde, così da valorizzare l’entroterra. L’intero progetto vuole collegare parti della città, come l’area ciclabile del Conca, così da incentivare la mobilità dolce e rilanciare aree periferiche e all’apparenza in stato di abbandono. Questo piano richiede la complicità dei privati (vedi campeggio) ad affiancare il Comune nella riqualificazione dell’intera area con investimenti appropriati e allineati al progetto, che sarà condiviso con cittadini e categorie economiche com’è stato fatto da gennaio, al fine di apportare tutte le modifiche necessarie in fase esecutiva e definitiva.