Martedý 19 Novembre07:47:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Smantellata rete di spacciatori: otto arresti, in un casolare a Santarcangelo il deposito della droga

Era composta da magrebini e albanesi. L'indagine è partita dopo due arresti di italiani a Riccione

ASCOLTA L'AUDIO
Cronaca Rimini | 13:26 - 18 Luglio 2019 I Carabinieri di Riccione hanno smantellato una rete di spacciatori di droga I Carabinieri di Riccione hanno smantellato una rete di spacciatori di droga.

Sgominata dai carabinieri del Norm di Riccione una rete di spacciatori di eroina e cocaina formata da norafricani e albanesi. Nove le ordinanza cautelari, otto eseguite. L'indagine, coordinata dal pm Luca Bertuzzi (gip Manuel Bianchi), è partita a settembre 2017 e si protratta fino al febbraio 2018. Un mese dopo due italiani sono stati arrestati nella Perla Verde mentre si scambiavano 30 grami di eroina e lì l'indagine, anche attraverso intercettazioni telefoniche, si è dipanata lungo tutto la Riviera fino a Ravenna e Lido Adriano e comprendendo anche la provincia di Forlì-Cesena. La fitta rete dei pusher aveva in un casolare abbandonato a Santarcangelo, in via Montescudo, la base logistica: le dosi che venivano confezionate veniva vendute ad altri spacciatori diffusi sul territorio e a consumatori. Le dosi erano di 5, 6 grammi. Nello stesso casolare sono state rinvenuti 52 grammi di cocaina e 32 di eroina. Tra gli arrestati, due albanesi e sei tunisini: tre sono in carcere (due tunisini di Lido Adriano e Ravenna e un albanese di Misano) per 5 c'è l'obbligo di dimora.

ASCOLTA L'AUDIO