Luned́ 26 Agosto01:28:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Senza stipendio da due mesi, 17 e 18 luglio sciopero degli addetti alle pulizie delle Poste

I lavoratori lamentano mutui e affitti da pagare

Attualità Rimini | 19:15 - 16 Luglio 2019 Insegna Ufficio Postale Insegna Ufficio Postale.

Sciopero mercoledì e giovedi 18 luglio e un presidio, in mattinata a Bologna, davanti alla sede delle Poste in via Zanardi. A proclamarli sono Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil dei territori di Cesena, Ferrara, Forli e Rimini per denunciare la situazione dei lavoratori dell'appalto pulizie di Poste Italiane che, lamentano i sindacati, si trovano "senza retribuzione da 60 giorni, famiglie allo sbando, mutui e affitti da pagare e le lavoratrici non riescono a raggiunger il posto di lavoro perché non ci sono i soldi per il carburante". Secondo le organizzazioni sindacali, "ancora una volta le promesse dell'azienda" in appalto "sono state disattese. La lettera formale in cui assicurava il pagamento delle retribuzioni entro il 15 Luglio è rimasta una promessa non mantenuta: ad oggi non c'è la retribuzione di Maggio 2019 nonché Giugno 2019 e la Quattordicesima 2019 e neppure i cedolini paga". Per questo, spiegano i sindacati in una nota congiunta, dopo lo stato di agitazione proclamato il 23 aprile e la giornata di sciopero già effettuata il 26 giugno viene proclamato lo sciopero domani e giovedì.