Giovedý 14 Novembre06:20:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riqualificazione del lungomare di Cattolica, altro progetto della Riviera romagnola candidato al bando regionale

L'opera costerà oltre 4,5 milioni di euro ed è sostenuta da cittadini, stabilimenti balneari e operatori economici

Attualità Cattolica | 14:34 - 16 Luglio 2019 Progetto del lungomare Rasi-Spinelli di Cattolica Progetto del lungomare Rasi-Spinelli di Cattolica.

Il lungomare della Regina "Rasi-Spinelli" di Cattolica potrebbe avere presto un nuovo volto. L'amministrazione comunale ha candidato l'imponente progetto al bando della Regione Emilia-Romagna a sostegno della "Promozione dell'Innovazione del prodotto turistico e della riqualificazione urbana nel distretto balneare della costa emiliano-romagnola”, che mette in palio 20 milioni di euro per progetti analoghi.

La proposta cattolichina denominata “Riqualificazione e rifunzionalizzazione turistico-balneare del lungomare di levante Rasi-Spinelli” prevede un investimento di 4,5 milioni di euro con una compartecipazione del Comune del 20 per cento, il resto a carico della Regione. Ai giardini De Amicis, è già in programma un intervento alle vasche di laminazione a carico di Hera e si sviluppa per tutto il tratto del lungomare fino a viale Verdi. La sopraelevata pedonale che conduce all’area portuale sarà ristrutturata. Sul lungomare saranno inserite aree verdi, arredi, piazzette e attrezzature per il fitness e il wellness. Il progetto, sviluppato ad uno stadio preliminare e redatto dallo studio dell’ingegner Poluzzi, potrà essere implementato. I progetti che accedono al finanziamento vanno realizzati entro il 2021.

La progettazione del lungomare di ponente inciderà sulle attività economiche, sulla qualità urbana, sull’intera collettività cattolichina. Ecco perché il Comune ne ha parlato con operatori economici e cittadini. Forse è anche grazie a questo confronto che sono state 19 le manifestazioni di interesse degli stabilimenti balneari interessati a partecipare al percorso di rigenerazione. Anche gli operatori economici si sono detti pronti a sostenere il progetto: dai privati potrebbe arrivare oltre un milione di euro da investire in opere, ampliamenti e ammodernamenti.