Domenica 08 Dicembre15:10:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Notte di follia in piazza a Novafeltria, albanesi ubriachi danno spettacolo con l'auto urtando vari veicoli

Era da poco passata la mezzanotte, quando i residenti hanno avvertito uno 'schianto' in strada

Cronaca Novafeltria | 13:59 - 15 Luglio 2019 Carabinieri di Pennabilli Carabinieri di Pennabilli.

Notte di follia a Novafeltria per due albanesi ubriachi: hanno dato  spettacolo con l’auto in piazza Roma, urtando vari veicoli per poi scappare. Successivamente sono stati intercettati dai Carabinieri a Pennabilli e la vicenda è finita con un arresto e una denuncia.
Era da poco passata la mezzanotte a Novafeltria, quando i residenti hanno avvertito un forte rumore, uno “schianto”, provenire dalla strada. Il conducente di Una Fiat Punto, evidentemente in stato di alterazione, stava guidando in maniera incosciente nella centralissima Piazza Roma, andando a sbattere contro moto e auto regolarmente parcheggiate. Pensando di farla franca, l’uomo, in compagnia di un amico, è ripartito‘sgommando’, “tuttavia lo ‘show’ non è passato inosservato – riferisce il Capitano Silvia Guerrini - e diversi cittadini hanno subito chiamato il 112, raccontando l’accaduto e fornendo precise e dettagliate indicazioni". I militari della Stazione dei Carabinieri di Pennabilli hanno quindi intercettato l’auto sulla Marecchiese, intimando l’alt. Il conducente, un 45enne, di origini albanesi, era visibilmente ubriaco e, sottoposto al controllo etilometrico, è risultato positivo con un tasso superiore a 2,13 g/l, ben quattro volte sopra il limite consentito dalla Legge. Immediato il ritiro della patente con la decurtazione di 10 punti e la denuncia all'Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza alcolica.
Sembrava tutto finito, ma invece il risultato dell’alcoltest aveva fatto scattare nel suo amico, un connazionale 27enne, una rabbia incontrollata: ha cominciato a inveire contro i Carabinieri con offese e minacce, poi ha sferrato calci e pugni nei confronti di uno dei militari e sull’auto. Il 27enne, già noto alle Forze dell'Ordine per reati analoghi e per spaccio, è stato bloccato e arrestato e processato lunedì mattina, per direttissima, al Tribunale di Rimini.