Venerdý 15 Novembre12:34:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket B, Tommaso Rinaldi torna a Rimini: 'Con vittorie, entusiasmo e passione RBR può sognare'

Il pivot: 'Coinvolto nel progetto, è stimolante'. Accordo biennale. Primo obiettivo i playoff'

Sport Rimini | 12:59 - 15 Luglio 2019 Tommaso Rinaldi con la canotta RBR. Sotto, col presidente Maggioli, il vice Maresi e il ds Turci Tommaso Rinaldi con la canotta RBR. Sotto, col presidente Maggioli, il vice Maresi e il ds Turci.

Tommaso Rinaldi è ufficialmente un giocatore di RBR. Ha firmato un accordo biennale. Il pivot 34enne, riminese doc, dieci stagioni di Legadue alle spalle, è stato presentato lunedì mattina all’Enoteca del Teatro al Borgo San Giuliano di Riccardo Agostini.
Rinaldi, alla sua prima presentazione nella sua Rimini, ha spiegato che,  pur avendo richieste dalla serie A2, a coinvolgerlo è stata la bontà del progetto, importante e stimolante, con tanti giocatori riminesi, oltre alla voglia di tornare a casa. “Ho visto gara1 della finale playoff e vedere sulle tribune del Flaminio 2.500 persone mi  ha riportato a 25 anni fa - ha raccontato il nuovo pivot biancorosso - quando anch’io andavo in curva. Entro in un gruppo che ha vinto il campionato, lo faccio in punta di piedi come sempre perchè mi piace conoscere la realtà in cui lavoro”.
Ha parlato col coach Bernardi?
“Si, gli ho detto che sono molto motivato.  Ci sono tutte le premesse per divertirci. Ho già fatto parte di una rinascita a Treviso e lì entusiasmo che li ha portati in serie A. Con le vittorie, con l’entusiasmo e con la passione si può sognare”.
Il suo ruolo è stato sempre di pivot in questi anni?
“In gran parte ho giocato da 5, a Jesi e Treviso anche fronte a canestro. Dipendeva la posizione da chi avevo al mio fianco. La cosa importante è giocare con gente che sappia giocare a basket e qui a RBR ce ne sono molti. Qualcuno come Rivali è stato mio avversario, ma nessuno è stato mio compagno di squadra così come coach Massimo Bernardi non mi ha mai allenato”.
Prende il posto  di un amico, Alberto Saponi.
“M è dispiaciuto non incrociarci. Ci è mancato veramente poco. All'amico Alberto ho scritto prima: gli ho detto che cercherò di proseguire con successo il lavoro suo e dei suoi compagni che è stato ottimo”.
Rinaldi, come si immagina il campionato di serie B?
“Il campionato di serie B l’ho fatto tantissimi anni fa ad Ozzano, lo ritroverò con un livello tecnico molto alto soprattutto in quello che dovrebbe essere il nostro girone (sarà ufficiale martedì: squadre romagnole, marchigiane e abruzzesi), affascinante per i tanti derby e la sfida con mio fratello Niccolò che gioca ad Anco
LA SOCIETA' Al tavolo, accanto a Rinaldi, erano presenti il presidente Paolo Maggioli, del vicepresidente Moreno Maresi, il direttore sportivo Davide Turci, ed il main sponsor Daniele Sarti, di Albergatore Pro. Ed è stato proprio Maresi nel salutare il nuovo arrivato, a rivolgere un ringraziamento a capitan Saponi per il grande contributo che saputo dare sul campo e sotto il profilo umano.
Il ds Davide Turci ha puntualizzato: “Il mercato è ormai chiuso. Si cerca un 4-5 under che non sarà riminese. Un giocatore interessante potrebbe essere il sammarinese Felici (2001), però per la sua crescita è importante che giochi. Ci stiamo guardando intorno. Puntiamo ad un campionato importante per fare i play off (quindi arrivare tra le prime otto, ndr)”. Il raduno è giovedì 22 agosto, il campionato inizierà il 29 settembre.
E' grazie agli sponsor – spiega Turci - che è arrivato a Rimini Tommaso Rinaldi. Il presidente Paolo Maggioli aggiunge: “Tutti i soci – presente il più giovane, Lorenzo Patacconi - sono rimasti nella compagine societaria. Sta andando avanti il coinvolgimento di altri. Abbiamo il vantaggio e il piacere di poter scegliere i soci, che hanno dato tutti disponibilità ad andare avanti e ad incrementare l’impegno, a seconda di come andrà la stagione e a come si svilupperanno le cose. Rinaldi è il best player in un contesto di riminesità: è stata una cosa giusta premiare con la riconferma la maggior parte dei ragazzi che hanno centrato la promozione l’anno scorso mettendoci tanto impegno, determinazione, costanza”.
ste.fe.