Domenica 08 Dicembre08:53:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ciclismo, Davide Crociati argento a Pianello di Ostra. Il 18enne cesenate si inchina solo al lucano Verre

Bella gara di appoggio da parte di Casadei e Bonacci. A Vittorio Veneto top 20 per De Angeli, Casadio e Negrinii

Sport Cesena | 22:15 - 14 Luglio 2019 L'arrivo di Davide Crociati L'arrivo di Davide Crociati.


Doppio appuntamento per l’Alice Bike MyGlass nel week-end del 14 luglio. I passisti sono stati impegnati a Pianello di Ostra nel 27° Memorial Diego Schiaroli (vinto nel 2017 da Michael Antonelli) mentre gli scalatori hanno gareggiato alla Vittorio Veneto – Passo San Boldo. In ammiraglia, Claudio Savini ha guidati la pattuglia nelle Marche, mentre Vittorio Savini e Francesco Satta hanno affrontato la trasferta in Veneto.

La gara marchigiana ha finalmente premiato le fatiche e l’impegno di Davide Crociati, passista di Cesena abitualmente al servizio della squadra anche nel ruolo di regista in corsa. Crociati è stato protagonista di una gara attenta, caratterizzata nella prima parte pianeggiante da una fuga di 17 corridori con i nostri Elia Bonacci (attivissimo) e Mattia Casadei (autore anche di un tentativo solitario). Ripresa la fuga, è partito un terzetto con Crociati, che ha imboccato la prima delle due ripetizioni della salita di Filetto con oltre un minuto di vantaggio sul gruppo. Crociati dimostrava, sin dalle prime rampe, di pedalare con facilità, rintuzzando tutti gli attacchi e vincendo il gran premio della montagna al primo passaggio da Filetto. Dal gruppo, però, stava recuperando terreno uno scatenato Alessandro Verre, scalatore lucano già tre volte vincitore nel 2019. Verre rientrava sul drappello di Crociati prima dell’inizio della salita finale, e scattava sin dal primo tornante, involandosi solitario verso il traguardo e la quarta vittoria stagionale. Dietro, Crociati non si perdeva d’animo, salendo regolare e mantenendo energie per lo sprint sullo strappo finale, che lo vedeva guadagnare il secondo gradino del podio.

Nel gruppo, intanto, saliva nelle prime posizioni Mattia Casadei, piazzandosi al nono posto al termine di una corsa affrontata a viso aperto e senza risparmiarsi. Corsa conclusa per tutti gli altri, vale a dire Ostolani, Urbinati, Grillini e Bonacci.

Sul podio, Davide Crociati ha dedicato l’importante piazzamento a Michael Antonelli: “Noi gareggiamo ogni domenica pensando a raccogliere qualcosa di buono da dedicare a Michael. È sempre nei nostri cuori e sappiamo che a lui i nostri risultati fanno piacere”. Scroscio di applausi dei tanti sportivi presenti.

A Vittorio Veneto la gara prevedeva 85 km pianeggianti, per poi impennarsi sui tornanti della salita finale, verso Passo San Boldo, già teatro di alcune battaglie della Prima Guerra Mondiale. Prima parte di gara senza sussulti, poi sulle prime rampe si selezionavano 19 corridori tra cui Marco De Angeli e Patrick Casadio. Salendo verso il traguardo, i migliori scalatori a livello nazionale si sfidavano in scatti e accelerazioni, con i nostri che cedevano nell’ultimo tratto. All’arrivo, vittoria all’azzurro Antonio Tiberi davanti a Raccani e Guzzo: De Angeli concludeva 15° e Casadio 16°, con Matteo Negrini 21°. Corsa conclusa anche per Patrick Della Chiesa e Sedrit Facja.

In settimana, giovedì 11 luglio, i tre scalatori del team giallonero hanno preso parte alla cronoscalata Bologna-San Luca, 2.200 metri al 10% di pendenza media: Patrick Della Chiesa si è piazzato 8° (al via in 51, vittoria a Tiberi che poi ha vinto anche a Vittorio Veneto), strappando un buon tempo. Marco De Angeli ha terminato 13°, Matteo Negrini 26°.

Domenica 21 luglio appuntamento, per tutti gli undici gialloneri, a Montelabbate, nel Pesarese, per il 18° Gran Premio Corsa delle Pesche. Da segnalare che, nel 2018, Mattia Casadei qui vinse la gara Allievi, mentre l’Alice Bike MyGlass colse l’argento tra gli juniores con Diego Zampolini. Prima, giovedì 18 luglio, i pistard gareggeranno al Velodromo “Servadei” di Forlì.