Sabato 21 Settembre15:54:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il San Marino Rally accende i motori:presente l'idolo locale Daniele Ceccoli

Presenti i migliori specialisti che si daranno battaglia lungo le dieci prove speciali previste

Sport Repubblica San Marino | 12:43 - 12 Luglio 2019 Daniele Ceccoli vincitore della scorsa edizione Daniele Ceccoli vincitore della scorsa edizione.

Conto alla rovescia per l’inizio del 47° San Marino Rally, terza tappa del Campionato Italiano Rally Terra (Cirt), il classico appuntamento estivo della specialità, organizzato dalla Federazione Auto Motoristica Sammarinese . Presenti i migliori specialisti che si daranno battaglia lungo le dieci prove speciali previste, tratti di strada che hanno fatto la storia dei rally e da sempre nel cuore degli appassionati che seguiranno le varie fasi della manifestazione. La Repubblica di San Marino sarà quindi l’epicentro del rally. Saranno anche coinvolti i territori limitrofi a partire dal salotto glamour di Riccione Viale Ceccarini dove saranno presentati gli equipaggi e le vetture partecipanti a partire dalle ore 19.00 di venerdì 12 luglio mentre sabato 13 luglio la disputa della gara interesserà la provincia di Pesaro/Urbino per concludersi nel palcoscenico delle strade di San Marino

Saranno presenti conduttori di alto livello presenti tra cui l’idolo locale e vincitore della scorsa edizione, Daniele Ceccoli che con Capolongo ha un curriculum di tutto rispetto tra cui la vittoria del Trofeo Rally Terra del 2016. Daniele Ceccoli si è infatti aggiudicato la scorsa edizione coronando un sogno che accarezzava da quando ha iniziato a seguire la gara di casa. Daniele Ceccoli che, con alle note il fido Carlo Capolongo, è riuscito ad imporsi nella competizione dello scorso anno dopo una bella battaglia con i migliori piloti italiani in circolazione. 
 
A prendere parola è Ceccoli che continua “Il Rally San Marino è la gara che, sin da piccolino, andavo volentieri a vedere. Ho sempre avuto il sogno di poter partecipare, è il mio rally, lo sento mio. E’ stato inoltre organizzato, in passato, da persone a me care a cui sono sempre stato legato come Germano Bollini e Monica Bellavista, come anche l’indimenticabile Loris Roggia. Quando, nel 2018 ho vinto, per me è stata l’emozione più grande mai provata nei rally, l’apice della mia carriera.”
 
Qual’è la prova dove verrà decisa la gara? “Sicuramente la PS di Sestino, la prova più lunga, più faticosa ed insidiosa della gara. Inoltre è la più tecnica e veloce, che come sempre mette a dura prova sia gli equipaggi che le vetture.”
Cosa ti aspetti da questa gara? “Portare a casa un ottimo risultato. Sarà duro ripetere ciò che abbiamo fatto anno, gli avversari sono sempre agguerriti, ma noi ce la metteremo tutta.”
 
Determinazione per Daniele che punterà, come sempre ai piani alti della classifica forte della sua vittoria dello scorso anno, ma anche della sua esperienza sul fondo sterrato.

Sara Ferranti