Marted 17 Settembre03:50:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Portoverde di Misano: arrivano sanzioni per mancato ritiro kit per la raccolta differenziata dei rifiuti

L'obiettivo dell'amministrazione comunale è toccare quota 80%

Attualità Misano Adriatico | 14:30 - 11 Luglio 2019 Panoramica di Porto Panoramica di Porto.

A distanza esatta di un anno dall’applicazione del nuovo sistema di raccolta corrispettiva puntale, adottata dal Comune di Misano sul proprio territorio insieme ad Hera, con lo scopo di premiare i comportamenti virtuosi da parte dei cittadini, nelle giornate di sabato 13, 20 e 26 luglio e 3 e 10 agosto, dalle ore 9 alle ore 13, è prevista un’apertura straordinaria dell’ufficio del Comitato di Frazione situato in Calle dei Mercanti. In questo modo i residenti o domiciliati a Portoverde ma anche i cittadini che ancora non l’hanno fatto,  potranno ritirare la propria carta smeraldo per accedere ai cassonetti stradali e ritirare il proprio kit per la raccolta differenziata.

Si tratta di una scelta che s’inserisce nel solco delle attività di sensibilizzazione che ha portato la raccolta differenziata all’interno del territorio a toccare il 70% (addirittura l’80% nei mesi invernali) facendo diventare Misano, il Comune costiero più virtuoso in Italia.

“Viste le peculiarità di Portoverde abbiamo deciso questa apertura straordinaria per dare la possibilità a tutti di mettersi in regola rispetto alla normativa in corso – spiega l’Assessore all’Ambiente Nicola Schivardi-. Abbiamo volutamente scelto di dare tempo ai misanesi di capire il nuovo meccanismo che grazie ai loro comportamenti virtuosi va a calcolare la Tari in modo più equilibrato e soggettivo -.  Dopo un anno, questa nuova finestra, vuole essere l’ultima opportunità per i ritardatari per mettersi in regola. Già da alcuni giorni sono stati avviati controlli a cura della Polizia Locale e delle Guardie ecologiche volontarie per la verifica del conferimento dei rifiuti. Per coloro che ancora non hanno ritirato la tessere, scatteranno sanzioni e l’applicazione della tariffa massima come stabilito dal regolamento per la gestione dei rifiuti. Inoltre  sono attive anche le fototrappole nelle zone dove avviene l’abbandono del rifiuto. Ricordo inoltre l’obbligo per i proprietari delle seconde case e per le agenzie d’affitto appartamenti di fornire sempre a inquilini e turisti il kit e la carta smeraldo per garantire ai turisti il necessario per la corretta gestione del rifiuto. Non possiamo permetterci che l’attenzione dimostrata da tanti misanesi e turisti sul tema ambiente e rifiuti, sia vanificato dall’atteggiamento incivile di pochi”.