Marted́ 16 Luglio12:41:49
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket, i baby dei Crabs Filippo Rossi e Alessio Mazzotti al camp di Alta Specializzazione di Barcellona

E' diretto dal coach di Hallmann Vienna Luigi Gresta: un'occasione importante per crescere

Sport Rimini | 13:19 - 11 Luglio 2019 Basket, i baby dei Crabs Filippo Rossi e Alessio Mazzotti al camp di Alta Specializzazione di Barcellona

I Granchi Filippo Rossi e Alessio Mazzotti, dopo aver disputato una grande stagione nel campionato Under 18 Eccellenza trascinando i compagni fino ad un passo dalle Finali Nazionali, non si riposano nemmeno durante l’estate. Infatti, lunedì 8 luglio sono partiti alla volta di Barcellona per un’esperienza unica. Grazie al lavoro dell’Agenzia Interperformances sono stati invitati al Camp di Alta Specializzazione diretto da Luigi Gresta proprio a Barcellona.
L’attuale allenatore di B.C. Hallmann Vienna, squadra che milita nel massimo campionato austriaco, ha diretto molte tra le più importanti realtà cestistiche italiane ma non solo, nel 1995 Gresta fu Team Manager a Lousiana State University (nel campionato universitario statunitense NCAA) prima di rientrare in Italia approdando proprio a Rimini.
Un’esperienza unica per i due giovani Granchi che hanno preso al balzo l’occasione per poter migliorare sempre di più e rientrare in Italia pronti per il prossimo campionato. Al Camp partecipano all’incirca 30 ragazzi suddivisi in due gruppi: gli Under 16, un gruppo molto forte e compatto (molti dei ragazzi sono stati convocati nella selezione nazionale della propria categoria), e gli Over 16, che ospita diversi giovani giocatori della Liga ACB (Asociación de Clubs de Baloncesto, la massima divisione spagnola). I due gruppi effettuano un allenamento diversificato durante la seduta mattutina, mentre nel pomeriggio si riuniscono per un’unica seduta unificata. Una grande possibilità di crescita per i due biancorossi
“Io ed Ale siamo felicissimi di esser qui, ci stiamo divertendo e allo stesso tempo migliorando. Gli allenamenti sono intensi ma non manca mai il sorriso o la battuta. È di sicuro un’occasione per noi, dalla quale potremmo uscire migliorati; ci confrontiamo ogni giorno con ragazzi con più esperienza di noi e che hanno già calcato parquet importanti” commenta Filippo Rossi