Marted́ 16 Luglio12:54:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il governo taglia i contributi ai comuni 'freschi' di fusione: scatta la protesta

I deputati del Pd faranno un sit-in a Roma: presente anche l'assessore Petitti

Attualità Rimini | 14:01 - 09 Luglio 2019 Panoramica di Montescudo Monte Colombo Panoramica di Montescudo Monte Colombo.

Dopo la notizia del pesante taglio del Governo ai Comuni che hanno intrapreso la strada delle fusioni, di cui due in Provincia di Rimini (Montescudo-Monte Colombo e Poggio Torriana), il Gruppo dei Deputati PD ha organizzato un Sit-in che si terrà domani, mercoledì 10 luglio, a Roma, in piazza Montecitorio. Alla manifestazione sarà presente anche l’assessore riminese della giunta regionale Emilia-Romagna Emma Petitti, insieme ad alcuni primi cittadini del territorio.

“Si tratta di una decisione particolarmente grave da parte dell’esecutivo, che non solo mette in difficoltà gli amministratori, costretti a rivedere ora le proprie programmazioni, ma anche i cittadini, che hanno scelto il percorso dell’accorpamento attraverso un referendum – spiega l’assessore al riordino istituzionale Emma Petitti -. Domani sarò a Roma insieme a tanti miei colleghi di partito per protestare contro questa decurtazione dei contributi ai Municipi interessati e per chiedere quindi al governo di rivedere la scelta. Le fusioni rappresentano una grande opportunità strategica per i piccoli e medi Comuni, che risponde a una esigenza di semplificazione e di sviluppo territoriale”.

Il riparto dei fondi vedrebbe tra il 2018 e il 2019 una riduzione dei fondi di 175 mila euro per Poggio Torriana (da 612 mila euro a 437 mila) e di 235 mila per Montescudo-Monte Colombo (da 705 mila euro a 470 mila) per un totale di circa 400 mila euro in meno rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda la Regione Emilia-Romagna, si parla invece di un taglio di circa 5,7 milioni di euro.