Marted 17 Settembre03:33:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Rimini ogni giorno più di dieci automobilisti passano con il rosso

Calano le infrazioni rispetto al 2018, ma il numero complessivo (1910 nei primi sei mesi) è ancora molto alto

Attualità Rimini | 13:45 - 09 Luglio 2019 Auto che passa con il semaforo rosso agli incroci tra le vie di Mezzo e Caduti di Marzabotto. Auto che passa con il semaforo rosso agli incroci tra le vie di Mezzo e Caduti di Marzabotto..

Diminuisce a Rimini il numero delle infrazioni semaforiche registrate dalle telecamere dei sistemi di rilevamento automatico posizionate sulle intersezioni cittadine: 1910 nei primi sei mesi del 2019, con una media giornaliera che supera le dieci violazioni al giorno. Nei primi sei mesi del 2018 il dato era stato decisamente superiore, con 2368 infrazioni. Se confrontato con l’omologo periodo del 2018, il dato del 2019 registra una notevole diminuzione delle infrazioni, 458 in meno. Da una parte dunque sembra manifestarsi , ad un anno di distanza,  l’ effetto deterrente dei sistemi di rilevamento; dall’altra i numeri ancora alti di infrazioni continuano a costituire, nonostante l’attività di controllo e repressione del fenomeno, uno dei pericoli più gravi presenti sulle strade cittadine. Passare con il semaforo rosso è una tra le infrazioni più gravi previste dal codice della strada, punita non solo con  una sanzione amministrativa di 163 euro ma anche la decurtazione di 6 punti sulla patente, destinati a diventare 12 qualora i conducenti abbiano conseguito la patente di guida da meno di tre anni.

“L’obiettivo principale di questi stumenti – è il commento dell’assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvaad – è la crescita del tasso di sicurezza sulle strade comunali. Inizia a manifestarsi un discreto effetto deterrente ma i numeri rimangono alti per una infrazione così pericolosa per gli effetti che ha sulla sicurezza di tutti i cittadini. Anche per questo il Comando di Polizia locale ha avuto risorse e input per ampliare ancora la dotazione della città di sistemi di rilevamento automatico delle infrazioni semaforiche che a breve, dopo quello posizionato sull’impianto che regola la viabilità tra le vie Beltramini – Sacramora – Morri entrato in funzione nell’agosto scorso e al sistema di controllo che i Lavori pubblici stanno ultimando di posizionare sulla Superstrada di San Marino e via della Gazzella, si doterà di due nuovi impianti.