Marted 16 Luglio15:05:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Notte Rosa a Rimini, fermato un ladro di biciclette e uno scippatore. Nove patenti ritirate

Intensa l'attività di prevenzione e repressione portate avanti dai Carabinieri di Rimini

Cronaca Rimini | 15:46 - 06 Luglio 2019 Il capitano dei Carabinieri di Rimini Sabato Landi impegnato nelle attività per la Notte Rosa Il capitano dei Carabinieri di Rimini Sabato Landi impegnato nelle attività per la Notte Rosa.

Intensa nottata di controlli per i Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del Capitano Sabato Landi, che, come disposto dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Col. Giuseppe Sportelli, in occasione dell’edizione 2019 della “Notte Rosa” e dei numerosi eventi connessi, oltre a contribuire attivamente ai servizi di Ordine Pubblico disposti dalla Questura, hanno intensificato la presenza sul territorio per prevenire e contrastare le fattispecie di reato.

FURTO DI BICICLETTA SVENTATO. Un 23enne del Burkina Faso, da alcuni anni residente a Caserta, pregiudicato, è stato arrestato, sorpreso dai Carabinieri della Sezione Operativa del Norm mentre forzava il lucchetto di una bicicletta sul lungomare Tintori. Il giovane dovrà rispondere di furto aggravato, ma anche di false dichiarazioni sulla propria identità, nel tentativo, piuttosto ingenuo, di non farsi identificare. Un altro straniero pregiudicato, un 40enne magrebino residente in Provincia, è stato invece sottoposto a fermo di indiziato di delitto per ricettazione. Fermato per un controllo alla stazione ferroviaria, da parte del personale della stazione Carabinieri Rimini-Porto, è stato trovato in possesso di un costoso telefono cellulare risultato rubato a una turista di Catania.

TENTATO FURTO DI UN MARSUPIO. Durante la loro attività di controllo, i Carabinieri hanno fermato e denunciato un 30enne algerino, residente a Firenze, dopo il furto di un marsupio ai danni di un turista, fatti avvenuti sabato mattina in uno stabilimento balneare di Bellariva.  Una ragazza nomade di 25 anni è stata invece denunciata per evasione, sorpresa fuori dal campo nomadi di via Islanda in violazione dei domiciliari.

ALCOL ALLA GUIDA. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Rimini, supportati dalle varie stazioni competenti sul territorio, hanno denunciato tre persone per guida sotto l’influenza dell’alcool, con tasso alcolemico superiore a 0,8 g.l.

Per loro, ai sensi dell’art. 186 del codice della strada, è prevista la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da sei mesi ad un anno. Altri sei automobilisti sono stati sanzionati amministrativamente in quanto, all’esito del controllo, è stato accertato che erano alla guida dei propri veicoli con tasso alcolemico superiore a 0,5 ed inferiore a 0,8 g/l: per loro scatta una sanzione di importo da euro 527 ad euro 2.108 oltre alla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da tre a sei mesi.

I NUMERI DEI CONTROLLI. Otto i posti di controllo effettuati lungo le arterie stradali e nei pressi dei luoghi di maggiore aggregazione di massa. Novantaquattro le persone controllate ed identificate, 65 i mezzi fermati e sottoposti ad accertamenti, due le persone segnalate alla Prefettura in quanto trovate in possesso di una modica quantità di sostanza stupefacente del tipo hashish destinata all’uso personale.

IL COMMENTO DELL'ARMA. "L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di legalità avanzate dai cittadini. Pertanto, con l’arrivo della stagione estiva, continueranno con la massima assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati".