Mercoledý 23 Ottobre12:38:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Camere d'albergo innovative al Sia di Rimini dal 9 all'11 ottobre

SIA Hospitality Design ospita il progetto ROOMS Hoteld Design Lab

Attualità Rimini | 11:26 - 05 Luglio 2019 Una delle camere d'albergo proposte al Sia Una delle camere d'albergo proposte al Sia.

Think future con Rooms. La direzione dello sguardo strategico che caratterizza anche la prossima edizione di Sia Hospitality Design, unico salone in Italia focalizzato esclusivamente sulla filiera dell’hotellerie, organizzato da Italian Exhibition Group dal 9 all’11 ottobre alla fiera di Rimini, è ‘leggibile’ nel progetto che propone otto mockup di camere d’albergo che ispireranno i futuri investimenti dei 33mila alberghi italiani.

Il grande spazio dedicato a Rooms Hoteld Design Lab si rivolge ai professionisti dell’hotellerie ed offrirà loro in esclusiva le proposte di otto prestigiose firme del design dell’accoglienza made in Italy.

Le installazioni a dimensione reale occuperanno l’area del padiglione D3 all’insegna della concretezza e insieme proporranno il contributo delle aziende d’eccellenza nel settore arredi e oggettistica.

Eccole in anteprima le prime tracce di futuro, a cura dell’elite del design alberghiero made in Italy, mentre i progetti saranno visibili online sul sito www.siaexpo.it dal 16 settembre. E, ovviamente, dal vivo ad ottobre al quartiere fieristico riminese.

WIP ARCHITETTI Il progetto Hospitality Next Step nasce con l’idea di trasformare una camera tradizionale in un vero e proprio “serviced apartment”. L’ospite può prenotare e richiedere specifici servizi e ambienti all’ interno della camera, personalizzandola per una permanenza migliore. Lo spazio è flessibile, tecnologica ed essenziale, per generare le diverse configurazioni prescelte dall’ospite in fase di prenotazione.

IL PRISMA In Cosmoosis il viaggiatore di oggi, in continuo movimento e alla ricerca di valori autentici, trova un luogo flessibile che ne segue le metamorfosi, supportandolo nelle variazioni del quotidiano, da rifugio privato a piazza pubblica, da luogo di lavoro ad arena di svago per la comunità globale di un mondo “phygital” che interagisce con se stesso per comunicare i singoli.

FDA FIORINI D'AMICO ARCHITETTI Hyle Room è una stanza d’albergo che riscopre l’essenza del viaggio: le sensazioni nella traversata verso lidi lontani, l’emozione di tradizioni antiche, la brezza marina sulla pelle, il trascorrere della notte, il ristoro e la spinta verso il domani. Lo spazio è organizzato in un open space fluido, col letto protagonista della scena. La sovrapposizione tra le diverse funzioni ispira uno stile di vita aperto e spontaneo, i materiali naturali e superfici materiche fanno da sfondo ad un allestimento fatto di mobili su misura in uno stile essenziale ed elegante.

HUB 48 Dichoto-my è una camera d’hotel dicotomica che mantiene ben definita la sua identità e le sue funzioni, ma assume anche sembianze diverse, che cambiano a seconda dell’osservatore e della sua posizione nello spazio. Il cliente si ritrova all’interno di uno spazio mutevole, in cui gli stessi oggetti cambiano funzione a seconda del punto di vista da cui li osserva. Oggetti dal design flessibile e funzionale, focalizzato sulla ricerca di uno stile essenziale e caratterizzante, studiato per interpretare la cultura dell’ospitare contemporaneo.

BARBARA VANNUCCHI Il concept Into the cloud ispira una camera che nasce dal voler offrire al cliente un’esperienza immersiva nella leggerezza, nello spogliarsi in ciò che di più soffice offre la natura: il vapore di una nuvola. Tutto l’ambiente è un luogo accogliente ed il letto è il Cloud, il vero e proprio fulcro della camera, proposta come una nuvola sospesa, un mondo alleggerito che cambia con la persona che la vive.

V+S La concept room scandisce in modo preciso quali sono gli Elementi che definiscono le funzioni del vivere nella stanza.  La percezione è che lo spazio sia un openspace, ma contemporaneamente tutti gli elementi vivono la propria autonomia e sono ben distinti, componendosi in modo armonico.  Il bagno, ad esempio diventa un corpo architettonico centrale a sé stante che separa e scandisce gli spazi, ma allo stesso tempo li unisce. 

GLA GENIUS LOCI Co[mpact] living è uno spazio pensato come un piccolo microsistema, completo nelle sue funzioni, che abbina un’area di lavoro e relax, una zona notte, un angolo cottura, un bagno e alcuni elementi accessori, quali attrezzature fitness, un tavolo allungabile, vani contenitori integrati e pareti attrezzate.

Il tutto è stato possibile grazie ad un sistema scorrevole su ruote e binari a soffitto o parete, che nasconde e mostra le varie funzioni inserite.

SERGIO BIZZARRO La stanza del mare è progettata ispirandosi alla natura, al benessere e allo sport. La camera da letto offre il massimo comfort ed esaudisce ogni desiderio, offrendo un arredo curato nei minimi dettagli con l’utilizzo di materiali innovativi e tonalità delicate; un perfetto mix fra tradizione e contemporaneità. La camera entra in sinergia con mare e natura, il mare diventa parte integrante del contesto grazie ai colori e ai materiali scelti.

Al fianco della mostra, la Rooms Arena, spazio dedicato a seminari, convegni e formazione sulla progettazione e design, che vedrà protagonisti i trend setter dell’hotellerie, che con un calendario serrato e suggestivo risponderanno alla domanda di innovazione con le tendenze e gli scenari del futuro. Il progetto Rooms è realizzato in collaborazione con Teamwork.

Sia Hospitality Design è in programma al quartiere fieristico di Rimini in contemporanea a TTG Travel Experience (marketplace B2B di profilo europeo per l’offerta turistica italiana e il turismo italiano all’estero) e SUN Beach&Outdoor Style (salone internazionale dedicato al settore e al mondo del campeggio & village show).