Mercoled 24 Luglio07:57:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Aeroporto Rimini, crescono passeggeri voli commerciali. Il plauso del Comune di Riccione

L'assessore Caldari precisa però: 'non si abbassi la soglia di attenzione degli enti locali per proseguire sulla strada del rilancio'

Attualità Rimini | 15:20 - 03 Luglio 2019 Aeroporto Fellini di Rimini Aeroporto Fellini di Rimini.

La politica di sviluppo avviata dall’aeroporto “ F.Fellini” comincia ad essere sempre più evidente quale segno tangibile di una crescita esponenziale in grado di avvicinare sempre più il nostro territorio oltre i confini nazionali e internazionali.

La lettura dei numeri nel mese di maggio sull’aeroporto “ F.Fellini” forniti da Assoaeroporti non lascia dubbi. La crescita dei passeggeri nei voli commerciali del 34,3% rispetto al 2019 colloca lo scalo in termini percentuali sulla vetta degli aeroporti italiani. I buoni risultati raggiunti a maggio dall’aeroporto si inseriscono, come testimoniano gi stessi dati ,nella performance complessiva dei primi 5 mesi dell’anno che ha toccato oltre 80.400 passeggeri per una crescita dell’8,3%, di questi, oltre 34.000 hanno utilizzato lo scalo nel solo mese di maggio.

Numeri che riguardano la prima parte dell’anno, quindi antecedenti all’ingresso vero e proprio della stagione estiva per la quale si potrà, e si dovrà, tirare le somme solo al suo termine.

“Sono fermamente convinto che occorra continuare a investire sull’aeroporto - dichiara l’assessore al turismo Stefano Caldari - con tutti gli enti e i soggetti deputati ad adoperarsi in prima linea, a partire dalla Regione e da Visit Romagna, per incentivare nuove rotte internazionali che consentano il rilancio dell’aeroporto e dell’economia del bacino romagnolo. Il Comune di Riccione è pronto a contribuire fattivamente con il gestore e con tutti i soggetti che gravitano attorno allo scalo. L’ambizione e gli obiettivi del nostro territorio, che fa parte di un sistema più ampio, oltre i confini prettamente amministrativi, devono accogliere la sfida di una sempre crescente integrazione tra territorio e aeroporto. L’invito è quello di non abbassare la soglia di attenzione ma al contrario di mantenerla viva  con iniziative e contatti costanti. L’aeroporto Fellini, se da una parte è tornato ad essere una realtà patrimoniale solida, dall’altro ha necessità di mantenere un collegamento stretto con gli enti locali e nuovi partner privati”.