Venerd́ 15 Novembre15:25:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

I processi costano al comune di Rimini 78.000 euro di debiti. Due cause al giorno per cadute a causa di buche

In totale ammontano a 90.000 euro i debiti fuori bilancio: 'Cifre contenute', spiega l'assessore Brasini

Attualità Rimini | 18:09 - 02 Luglio 2019 Tribunale di Rimini Tribunale di Rimini.

Spuntano 90.000 euro di debiti fuori bilancio per il Comune di Rimini. L'assessore al bilancio Gianluca Brasini ha comunque parlato di cifre contenute, sottolineando che la somma sarà coperta da un fondo creato ad hoc di 5000 euro e da altri 85.000 euro dall'avanzo. In particolare 78.000 euro di debiti arrivano dai procedimenti giudiziari tra Tar, giudice di pace, giudice ordinario e commissione tributaria. L'assessore Brasini tra le righe ha sottolineato che molti di questi procedimenti nascono per "avvocati in cerca di visibilità e stipendi" e per "motivazioni poltiiche e di partito", ma si tratta di cause temerarie, come le 900 per il V Peep, terminate con il ritiro dei ricorsi. Tuttavia c'è anche una vicenda che risale agli anni '90, quando l'allora amministrazione comunale occupò aree di privati tra il Gros e via Varisco, per realizzare una rotonda. E sono in media di due al giorno i ricorsi dei cittadini per buche nelle strade, olio, radici e avvallamenti. L'avvocatura del Comune di Rimini gestisce 260 cause all'anno. Sono 50 le sentenze negative all'anno, su 700, per quanto riguarda i ricorsi contro la Polizia Municipale.