Sabato 20 Luglio15:59:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket C Silver, coach Padovano: 'I miei Titans saranno più competitivi dal punto di vista fisico'

'Spero di coinvolgere di più l'ambiente sammarinese. I baby del Ca' Ossi prospetti interessanti'

Sport Rimini | 14:14 - 02 Luglio 2019 Il coach dei Titans Massimo Padovano Il coach dei Titans Massimo Padovano.

Coach Massimo Padovano sarà alla guida della Pallacanestro Titano anche nella stagione 2019/2020 di C Silver, oltre che dell’Under 18 d’Eccellenza targata Titans e inserita nel progetto RBR.

Coach, è stato da poco ufficializzata l’intesa col Ca’ Ossi che prevede l’arrivo in maglia Titans di cinque ragazzi di buonissima qualità. Come è nato l’accordo con la società forlivese?

“La Pallacanestro Titano e la Federazione Sammarinese Pallacanestro portano avanti il progetto RBR e, in questo ambito, è nato l’accordo con Forlì. Lì ora lavora Paolo Carasso e l’accordo per portare questi ragazzi a San Marino è stato trovato in queste modalità. Si tratta di un gruppo di ragazzi molto valido che andrà ad arricchire e a rendere più competitive l’Under 18 d’Eccellenza e anche la squadra senior di C Silver. Conoscevo questi giocatori per averli incontrati due anni fa in Under 16 d’Eccellenza. Sono dei classe 2002 molto validi che quell’anno hanno fatto le Finali nazionali di categoria e quest’anno hanno vinto il campionato Under 18 Gold. Una serie di giovani molto futuribili con i quali speriamo di lavorare molto bene”.

Passiamo alla prima squadra: qual è il tuo giudizio sulla passata stagione in C Silver?

“Un campionato, quello umbro-marchigiano, più forte rispetto a quello che ci aspettavamo, con squadre molto esperte e competitive. Abbiamo avuto parecchie difficoltà nel girone d’andata a capire quello che c’era da fare per poter reggere l’impatto con squadre tanto forti, soprattutto dal punto di vista fisico. Poi con l’attenzione, con qualche modifica e con l’assiduo lavoro dei ragazzi siamo riusciti a migliorare e abbiamo capito meglio cosa fare per essere efficaci. Il nostro girone di ritorno è stato valido: sono abbastanza contento della nostra progressione di lavoro. Abbiamo mancato i playoff per una vittoria ma nonostante questo penso che ci possiamo ritenere soddisfatti”.

Quali sono le idee per la stagione futura?

“Si parte con la conoscenza del campionato che disputeremo, innanzitutto. Questione da non sottovalutare. Cercheremo di formare una squadra più competitiva dal punto di vista fisico rispetto a quella della passata stagione. Abbiamo incontrato tante squadre con giocatori che dal punto di vista della combattività, della determinazione e del fisico sapevano il fatto loro. In parecchie partite abbiamo sofferto in quel senso. In ogni caso continueremo a portare avanti il discorso giovani che fa parte del nostro lavoro: l’impronta dell’Under 18 sarà ancora più accentuata. Avremo tanti Under da svezzare a cui dare la prima possibilità in un campionato senior, ma sono ragazzi di valore e cercheremo di affiancare loro alcuni elementi già nel nostro roster e qualche altro giocatore esperto che possa portarci carisma e personalità”

Cosa vuole dire in vista della prossima stagione all’ambiente sammarinese?

“Spero di riuscire a coinvolgere di più l’ambiente sammarinese rendendo così il clima partita meno asettico e distante. Avevamo fatto la scelta di mettere il più alto numero di ragazzi sammarinesi nel nostro roster anche per coinvolgere di più l’ambiente ma purtroppo non è stato così. Pazienza, evidentemente il nostro gioco e i nostri risultati non sono riusciti a dare l’input giusto. Ci riproveremo quest’anno, coinvolgeremo molto anche il settore giovanile e speriamo che al Multieventi possa crescere l’entusiasmo per quello che faranno i nostri Titans in C Silver”.