Domenica 25 Agosto00:52:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Motociclismo, a Imola trionfano Savadori (SBK) e Roccoli (SS600). Zannoni è caduto

Il pilota della TM ancora nettamente leader della Moto3. Pirro secondo nella Superbike

Sport Rimini | 21:07 - 29 Giugno 2019 Lorenzo Savadori Lorenzo Savadori.



Emozioni a non finire in tutte le categorie all' autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Gara rocambolesca in Moto3, dove è successo di tutto. E tutto all’ultimo giro. A tagliare il traguardo in prima posizione è stato Omar Bonoli con la BeOn, moto che fa parte di un progetto sperimentale e che partecipa al Campionato ma solo in forma di sviluppo, fuori quindi dalla classifica.
La vittoria è andata ad Alberto Surra (Team Minimoto), esordiente nella categoria, che conquista così il suo primo trionfo davanti a Nicola Carraro (TM) pilota del Team di Davide Giugliano. Terza posizione per l’alfiere dello SKY Junior Team VR46, Lorenzo Bartalesi, del tutto ristabilitosi dall’infortunio del primo round di Campionato. Una gara che ha visto l’altro pilota VR46, Elia Bartolini (KTM), lottare a lungo per la vittoria salvo cadere poi nelle ultime tornate, con Colin Vejer (Speed Up) che, in scia a Bartolini per la prima posizione, è stato autore di un lungo all’ultima curva che ha causato la caduta di un altro pretendente alla vittoria: Nicholas Spinelli (Oscar Performance Honda), bravo e tenace a rialzare la sua Honda e a tagliare il traguardo addirittura a spinta (11° posizione finale). Out per una caduta nelle fasi iniziali il leader di campionato, Kevin Zannoni (TM). La classifica di campionato vede quindi Zannoni in vetta con 95 p. davanti a Surra 81 con Spinelli a 64 p.

SBK Si fermano a quattro le vittorie di fila nell’ELF CIV SBK per Michele Pirro. A spezzare il dominio del tester Ducati è stato Lorenzo Savadori. Gara perfetta per lui e la sua Aprilia Nuova M2 Racing con il numero 32, che aveva già dimostrato di essere in ottima forma conquistando la pole e che ha messo in evidenza tutto il suo talento in pista, ottenendo la prima vittoria in SBK con una gara dominata dall’inizio alla fine, dove l’ex Campione del Mondo STK1000 ha imposto un ritmo insostenibile per i suoi avversari, firmando anche il best lap (1’48. 714). Secondo posto per Michele Pirro (Ducati Barni Racing) distante due secondi e mezzo da Savadori con la Ducati Motocorsa di Riccardo Russo a chiudere il podio. In classifica generale Pirro è sempre al comando con 120 p. seguito da Sava con 73 p. e Cavalieri (out in pista) a 60 p.
Emozioni fino all’ultimo metro in SS600, con la vittoria che è andata al fotofinish a Massimo Roccoli (Yamaha Team Rosso Corsa). Il Campione in carica è riuscito ad avere la meglio su Davide Stirpe (MV Agusta Extreme Racing Bardhal), tornato ai suoi livelli abituali dopo un inizio di campionato difficile. Gara combattuta anche perché Lorenzo Gabellini (Yamaha Gomma Racing) e Kevin Manfredi (Yamaha Team Rosso e Nero) hanno chiuso rispettivamente al 3° e 4° posto, vicinissimi ai primi due. In classifica generale Roccoli è in testa con 106 p. davanti a Gabellini a 82 p. con Manfredi a 53 p.
Battaglie a non finire in SS300, con una bagarre finale che ha coinvolto 4 piloti. Ad interpretare al meglio la variante bassa di Imola è stato Thomas Brianti (Prodina Ircos Kawasaki), che è riuscito ad avere la meglio sul capoclassifica del Mondiale SS300, Manuel Gonzalez (Kawasaki ParkinGo) presente come wild card al 3° round del CIV, con Matteo Bertè (Yamaha ProGP) a chiudere il podio e Giacomo Mora (Yamaha AGMotorsport Italia) a poca distanza da lui. Tom Edwards, che aveva inizialmente tagliato il traguardo in terza posizione, è stato poi squalificato per irregolarità tecnica. In classifica generale Filippo Rovelli (6° in gara) conduce con 93 p. davanti a Vocino 69 p. con Bertè a 55 p.